Menu

Recensioni

Jane's Addiction – Strays

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

… Here we go!
Con quest’urlo lanciato da Perry Farrell prende il via la seconda vita dei Jane’s Addiction, fautori di un rock tra i più ruvidi e avvincenti degli anni ’80. Tornati assieme dopo 13 anni dall’ultimo lavoro in studio (Ritual de lo Habitual), con l’ex Rob Zombie Chris Chaney al basso, i Jane’s ci propongono un vorticoso ed incendiario viaggio di undici tracce tra la musica più dura e interessante del secolo scorso.
Prodotto da Bob Ezrin (il quale ha lavorato con Lou Reed, Pink Floyd e Peter Gabriel, solo per citarne alcuni), Strays si apre con “True nature”, dove subito Farrel e soci fanno capire le loro intenzioni: rock bello duro, la chitarra da Dave è qualcosa di spettacolare. Il sound oltre che duro è molto lineare e la ritmica è pressocchè impressionante .Il brano è a tratti melodico sempre grazie a Dave Navarro. Un grandissimo arpeggio di basso con in sottofondo la chitarra di Dave accompagnano la meravigliosa voce di Farrell; è il brano tipicamente timbrato Jane's Addiction.
Di “Just because” si può dire solo che è semplicemente un esempio di rock perfetto. Il sound è incredibilmente bello e trascinante. La band è tecnicamente perfetta: riff tirati, ritmica incredibile e la voce inimitabile di Farrell sono la classica ciliegina sulla torta.
“Price I pay”: intro lento di Navarro, arpeggiato, con in sottofondo la voce di Farrell, malinconica fino all' inizio di un basso incredibilmente bello, con tendenze inizialmente funky e successivamente punk.
“The riches” viene introdotta ancora una volta da un bellissimo giro di basso di Chris Chaney, in una ritmica prettamente rock con qualche influenza psichedelica, grazie anche alla voce di Farrell, un vero punto di riferimento.
“Superhero” è un funky-rock gradevolissimo; “Wrong girl” è il tipico pezzo alla Red Hot. Lo si nota subito dall' impressionante chitarra di Dave Navarro, che forse ha un po' di nostalgia del suo passato con i Peppers; tuttavia, questo pezzo è davvero eccezionale per potenza e ritmica.
“Everybody's friends”, nostalgica e bellissima: intro di chitarra classica con la voce melanconica di Farrell, accompagnata successivamente anche dal violino… veramente da brivido.
“Suffer some” è un altro esempio sonoro tipico della band: un funk rock caratterizzato da una particolare sonorità della chitarra.
In “Hypersonic” è Steve Perkins il padrone della situazione: la sua batteria, che non effettua mai una pausa, e la voce di Farrell, accompagnata da un basso sleppato di Chaney, sono la cornice di un brano con sonorità violentissime.
“To match the sun”: inizio psichedelico, la chitarra di Navarro arpeggiata in chorus introduce una batteria semplicemente spettacolare. La voce di Farrell ci accompagna all'ennesimo rock nel finale di un album veramente imperdibile.

TRACKLIST
“True nature”
“Strays”
“Just because”
“Price I pay”
“The riches”
“Superhero”
“Wrong girl”
“Everybody’s friend”
“Suffer some”
“Hypersonic”
“To match the sun”

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close