Menu

Recensioni

One Minute Silence – One Lie Fits All

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

I 2 precedenti album li avevano fatti conoscere al pubblico come band-clone dei Rage Against The Machine, oltre che dal punto di vista musicale, anche per le tematiche trattate nelle loro canzoni.
Con questo “One Lie Fits All”, gli One Minute Silence dimostrano di avere personalità da vendere staccandosi di dosso quel fastidioso appellativo di “band-clone”. Con questo disco la band d'oltremanica si propone come una delle migliori realtà crossover europee.
Il crossover degli One Minute Silence non è però da intendere come la fusione tra generi diversi tra loro, ma come un metal contaminato dall'emotività stessa del genere. Ok, un'idea non certo originalissima, dato che già da anni a fare questo ci pensano i Tool, ma è comunque qualcosa di diverso rispetto agli attuali “standard” crossover…
Un disco scomodo, politicamente schierato a partire dal titolo, chiaro riferimento all'enorme menzogna con cui è stato giustificato il conflitto in Iraq.
Testi provocatori, come il caso di “We Bounce” che inizia con “If I kill can I not be the president too?”. Ovviamente Mtv ci ha messo del suo censurando il video della canzone.
Tra musiche violente, energetiche e dirette, perfetto accompagnamento alle liriche, si trovano anche canzoni più con melodie più “riflessive” come in “The Hill Is A Hole” e nel trip di “Representing Poor Man”. L'influena dei Tool si fa sentire eccome in questo disco e fa capolinea in brani come la già citata “We Bounce”, “The Way Back”, “The Price Of The Kings Ticket” e “A Song About”. A differenza dei Tool, gli OMS mettono un suono più potente e aggressivo e un songwriting meno complesso e intorcolato.
L'impressione è che il crossover degli One Minute Silence abbia parecchie sfumature rock, il che da quella maturità e quell'originalità che spesso manca alle attuali band crossover.

TRACKLIST:
01. Fistful of Nothing
02. Revolution
03. I Wear My Skin
04. The Way Back
05. We Bounce
06. You So Much As Move
07. Price of the King's Ticket
08. Into Our Own
09. A Song About
10. The Hill is a Hole
11. Representing the Poor Man

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close