Menu

Recensioni

Tricky – Vulnerable

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Vi sono 3 atteggiameti nei confronti di Tricky. C'è chi attende trepidante il prossimo album del folletto di Bristol con la speranza che sia l'ideale seguito dell'indimenticabile esordio,”Maxinquaye”. C'è chi considera questo individuo un genio indiscusso e ad ogni sua pubblicazione rimane estasiato e grida al miracolo. Ed infine vi sono quelli che riscono a distsaccarsi dalla morsa empatica che questo personaggio riesce ad attirare su di sè ed ascoltano e giudicano un'album in base alle emozioni che questo riesce a trasmetterggli. Parlando di emozioni a me questo album ha colpito particolarmente per 2 tracce “Car Crash” e “Search, Search, Survive”, il resto è il solito Tricky ovvero un'artista sopravvalutato che aveva del talento e lo ha disperso negli anni. Dietro quest'opera si nasconde un ex genio che si gongola nella gelatina viscida del successo e non riesce a tirar fuori un ragno dal buco. Io non odio Tricky per quello che non è riuscito più a fare nel corso degli anni ma ho solamente capito che più di così da lui non c'è da aspettarsi. Trip hop o non trip hop Tricky è sempre stato uno a cui è piaciuto dilatare e distorcere i labili confini tra i suddetti generi ma l'impronta che ha lasciato si è andata gradualmente affievolendo con il progredire del tempo. Se gli anni 90 fossero stati un luogo indefinito nello spazio lui ne sarebbe il re indiscusso o per lo meno un marchese di alto rango, ma gli anni 90 sono finiti e gente come i Mùm, Amon Tobin e i Matmos hanno alzato ulteriormente il tiro. Tricky è tra quegli artisti che non sono riusciti ad adeguasi all'intercedere degli anni con il risultato di apparire più come gloriosi fantasmi del passato che come guide ispirate per il futuro. Vulnerable rispetto a queste premesse si colloca nel mezzo; un'album discreto che non aggiunge niente e che può regalare qualche emozione.

TRACKLIST
“Stay”
“Antimatter”
“Ice pick”
“Car crash”
“Dear God”
“How high”
“What is wrong”
“Hollow”
“Moody”
“Wait for God”
“Where I'm from”
“The love cats”
“Search and survive”

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close