Menu

13/07/03 Lucca – Alanis Morissette in concerto – Reportage by Lily

Concerto italiano per Alanis Morissette al Lucca Summer Festival.
Ecco come è andata. Un ringraziamento a Lily per il reportage.

Ore 16.00 ritrovo in piazza grande con tutti i miei amici. C’è già gente, seduta per terra all’ombra degli alberi che circondano i tre lati della piazza, o seduta sotto le transenne del palco… loro non sanno che quello è il MIO posto!!
Ci sediamo anche noi all’ombra, ma noi a quella vicino alle transenne, perché appena le chiuderanno saremo lì pronti a entrare. Il sole gira piano piano, la gente spinge, il caldo è soffocante.. Alle volte penso: “ma chi me lo fa fare?!”. Alle 18 e qualcosa finalmente l’ombra, il sole è andato dietro un palazzo, e anche se non c’è vento e c’è solo afa almeno si restiste meglio..
Ore 19.30: con un anticipo di mezz’ora aprono le transenne!! Un signore quasi mi rompe un braccio, ma poco male, dopo due minuti riesco a passare anche io, mi strappano il biglietto, e poi via a corsa sotto al palco!!! Mi sono aggiudicata un’ottima terza fila. Quando è iniziato il concerto e Alanis è venuta correndo sul palco quasi potevo toccarla (si lo so, c’era un metro o due, ma l’impressione era quella!!!). Si è tagliata i capelli, ci giocava lo stesso, e anche se non era come tre anni fa quando le arrivavano al fondoschiena, era sempre lei con la sua chioma che mi emozionava!!

All I really want, la prima. 21 thing I want in a lover, la seconda. E così via un mix di canzoni del primo album e dell’ultimo, del secondo e altre inedite che ci proponeva per la prima volta.. la “fase india” è passata, è tornata a roccheggiare come in “Jagged Little Pill”, e c’è anche un bel pezzo fatto solo da piano e voce. E poi correva, saltava, salutava, cantava, suonava l’armonica, e la sua chitarra piena di brillantini!! Quando ha fatto Ironic poi ha girato il microfono al pubblico… ci ha fatto cantare! Ebbene sì..CI… perché c’ero anche io proprio sotto al palco a tirare fuori tutta la voce che avevo dentro!!!
Verso la fine poi se n’è andata, e ci ha lasciato lì increduli e a chiedersi se il concerto era finito.. ma non aveva ancora fatto Ironic, nè Thank U, nè That Particoular Time ho aggiunto io alle voci di quelli accanto a me.. Ma lei ritorna.. fa Ironic e di seguito That Particoular Time!!! Poi se ne rivà via… No dai non può finire così!! Ma lei torna, e si mette a cantare proprio Thank U… le canzoni più aspettate ce le ha lasciate in fondo.. Durante l’ultima strofa i due chitarristi e il bassista (che stava a dorso nudo, e anche se era palestrato era brutto come la fame!!) si mettono in fila accanto a lei.. e così ci salutano…

E’ stata un’emozione… indescrivibile direi!! Quando lei è entrata ho avuto una scarica di adrenalina incredibile, il cuore mi batteva fortissimo, e gli occhi mi si sono riempiti di lacrime dalla commozione!! L’evento dell’anno me l’ha chiamato la mia amica.. ebbene sì, è proprio stato l’evento dell’anno!!
E così dopo aver salutato tutti i miei amici e conoscenti, e aver continuato a ripetere “è stato bellissimo” con gli occhi che luccicavano, sono tornata a casa con un girasole, perché alla fine di ogni concerto prendo sempre un fiore dal palco!!
E quando mi sono addormentata me la rivedevo davanti agli occhi.. proprio un gran concerto, non c’è niente da dire!!!!

Lily

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close