Menu

Recensioni

Dirthy Three – She has no strings Apollo

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

11 anni fa Warren Ellis decideva di attaccare un pick-up al suo violino e fondava i Dirty Three con il supporto della chitarra di Mick Turner e della batteria di Jim White. La musica dei tre australiani era qualcosa di mai sentito prima: una sorta di fusione tra rock, blues, folk e musica da camera.
Siamo giunti al settimo capitolo di questa storia e i nostri decidono di lasciare che i tre strumenti si rincorrano tra loro creando sonorità uniche dal forte “sapore” malinconico e crepuscolare, come del resto hanno sempre fatto nei precedenti dischi. E c'è qualcosa di epico e struggente nella musica dei tre; basta sentire le iniziali note “gotiche” di “Alice Wading” prima della frenesia violinica di Ellis. Stesso discorso per “Long way to go with no punch”, con il violino che si va ad incuneare tra le decadenti note di pianoforte.
Sette tracce completamente strumentali, che non lasciano spazio alla banale logica del “ritornello”. Sette tracce che rappresentano paesaggi musicali estremi, ricchi di accelereazioni improvvise ma anche di momenti dolci e melodici.
Non al livello dei migliori lavori della band, ma questo “She Has No Strings Apollo” conferma lo stile unico dei tre australiani che dimostrano di avere un'innata capacità di saper creare musica struggente ed emozionante.

Tracklist

1. Alice wading
2. She has no strings
3. Long way to go with no punch
4. No stranger than that
5. Sister let them try and follow
6. She lifted the net
7. Rude (and then some slight return)

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close