Menu

Il meglio del 2003

Il 2003 di ImpattoSonoro.it

Vi presentiamo le preferenze, musicali ovviamente, della nostra redazione per quanto riguarda questo 2003 appena passato e che ha sfornato parecchi album degni di nota.
Sperando di non aver dimenticato nessuno….


(in ordine di preferenza)(tra parentesi la canzone preferita dell’album)


Radiohead – Hail to the thief (a wolf at the door)

Ryan Adams – Gold (When the stars go blue)
Mars Volta – De-Loused In The Comatorium (Inertiatic Esp)
Bjork – Greatest Hits (Hyperballad)
Junior Senior – d-d-d-don’t stop the beat (Shake your coconuts)
The Notwist – Neon Golden (One with the freaks)
Caparezza – Verita’ supposte (Vengo Dalla Luna)
A Perfect Circle – Thirteen Step (The Nose)
Belle & Sebastian – Dear Catastrophe Waitress (Dear catastrophe waitress)
Cristina Donà – Dove Sei Tu (Invisibile)

by .G

——————————————————————————————————

(in ordine sparso)


Morgan – Canzoni dell’appartamento (Le Ragioni Delle Piogge)

Death Cab For Cutie – Transatlantism (A Lack Of Color)
Leafcutter John – The Housebound Spirit(Kohm’s)
Dave Matthews – Some Devils (So Damn Lucky)
A Perfect Circle – Thirtheen Step (Blue)
Klimt 1998 – Undressed Momento (We Don’t Need No Music)
The Postal Service – Give Up (This Place Is A Prison)
R.U.N.I. – Ipercapnia In Capannone k (Non mi sei mai piaciuta)
Laghetto – Sonate in bu minore per 400 scimmiette urlanti (Ninja Core)
Venetian Snares – The Chocolate Wheelchair (Epidermis)

by Daesdein

——————————————————————————————————

(in ordine sparso)

Meganoidi – Outside The Loop, Stupendo Sensation (La Fine)
Morgan – Canzoni dell’appartamento (Crash)
Caparezza – Verità Supposte (Vengo Dalla Luna)
Virginiana Miller – La Verità Sul Tennis (La verità Sul Tennis)
Radiohead – Hail To The Thief (2+2=5)
The Postal Service – Give Up (Such Great Heights)
A Perfect Circle – Thirtheenth Step (A Nurse Who Loved Me)
R.U.N.I. – Ipercapnia in capannone K (In autunno fogliamo)
Blur – Think Tank (Crazy Team)
Ex Models – Zoo psychology (Sex automata)
El Guapo – Fake French (Just don’t Know)
Belle & Sebastian – Dear Catastrophe Waitress (Step Into My Office, Baby)
Giardini Di Mirò – Punk..Not Diet! (The Swimming Season)
Baustelle – La moda del lento (Love Affair)

by Zappo

——————————————————————————————————

(in ordine di preferenza)

Underworld – 1992-2002
Apollo 440 – Dude Descending A Staircase
Kraftwerk – Tour De France soundtracks
Felix Da Housecat- A Bugged Mix
Montefiori Cocktail Raccolta n°3
Cesara Evoria – Club Sodae
Daft Club – Remix House Club

by pLONGER

——————————————————————————————————

(in ordine di preferenza)

Blur – Think Tank (On The Way To The Club)
Baustelle – La Moda Del Lento (Love Affair)
Stephen Malkmus – Pig Lib (Dark Wave)
Marlene Kuntz – Senza Peso (L’Uscita Di Scena)
Marta Sui Tubi – Muscoli e Dei (Post)
Estra – A Conficcarsi In Carne D’Amore (Dai Recinti)
I Am Kloot – I Am Kloot (From Your Favourite Sky)
Lotus – Nessuno E’ Innocente (Io Sono Il Re)
Gianmaria Testa – Altre Latitudini (Tuareg)
Giorgio Canali – Rossofuoco (Se Viene Il Lupo)

by Skalka

——————————————————————————————————

(in ordine di preferenza)

Mars Volta – Delused in the comatorium: Chiamatelo evento o folgorazione, quest’album mi ha stregato. La parcellizzazione sonora portata avanti dai Mars Volta rasenta la genialità. Destrutturano le canzoni ricomponendole a loro piacimento, come se dai cocci di un vaso creassero un altro oggetto completamente diverso dal primo. Perfezionisti nelle distorsioni come nei cambi di ritmo, una voce che amministra con potenza le cupe melodie concepite. Quasi inclassificabili
Alfie – Do you imagine things
Marta Sui Tubi – Muscoli e Dei
Belle & Sebastian – Dear Catastrophe Waitress
Oi Va Voi – Laughter through tears
Edson – Every day, every second
Negramaro – Negramaro
Morgan – Canzoni dell’appartamento
Cristina Donà – Dove sei tu
Carla Bruni – Quelqu’un m’a dit

Fuori da ogni classifica:
Radiohead – Hail to The Thief

by Mao168

——————————————————————————————————

(in ordine sparso)

Muse – Absolution
Radiohead – Hail To The Thief
The White Stripes – Elephant
Elio e Le Storie Tese – Cicciput
Ben Harper – Diamonds On The Inside
Linea 77 – Numb
Morgan – Canzoni dell’Appartamento
A Perfect Circle – Thirteenth Step
Cristina Donà – Dove Sei Tu
The Strokes – Room On Fire

by Sandman

——————————————————————————————————

(in ordine di preferenza)

Marta Sui Tubi – Muscoli e Dei (Post)
Gianmaria Testa – Altre latitudini (Tuareg)
Morgan – Le canzoni dell’appartamento (Heaven in my cocktail)
Baustelle – La moda del lento (La canzone di Alain Delon)
Marlene Kuntz – Senza Peso (Notte)
Lotus – Nessuno è Innocente (Io sono il re)
Cristina Donà – Dove sei tu (Nel mio giardino)
Estra – A conficcarsi in carne d’amore, live (L’angelo non previsto)
Y:dk – Labiale (Hombretta)

by vieni_127

——————————————————————————————————

(in ordine di preferenza)

Metallica – St. Anger, lo menziono perché come recita il famoso adagio “va dove ti porta il cuore” un fan rimane sempre un fan, nella cattiva e nella buona sorte. Di buono c’è da dire che hanno provato a fare qualcosa di nuovo e a non rimanere la brutta copia dei Tallica di Kill’em all non come molte altre band che a cinquant’anni ancora indossano le calzamaglie tipiche del hard rock datato. Giudizio: al cuor non si comanda

Stone Sour – Stone Sour, non sò se quest’album è proprio datato 2003 ma rimane il fatto, che dopo averli ascoltati live all’edizione dell’Heineken jammin’ festival ed aver approfondito la loro conoscenza attraverso la loro musica, secondo me sono una delle rivelazioni musicali che mi ha più colpito. Un buon nu-metal che si discosta un po dall’ondata dei gruppi neo Linking Park in quanto più immediata. Giudizio: da ascoltare

Caparezza – Verità Supposte, assieme agli Stone Sour è la rivelazione assoluta. Un hip hop tutto italiano che si discosta dai soliti canoni assorbendo contaminazioni da altri stili musicali con lyrics che divertono e fanno anche pensare. Una volta tanto un buon prodotto italiano che esce fuori dall’underground peninsulare e passa finalmente su Mtv.
Giudizio: divertente e tagliente, “ accattatavill’ “

The Darkness – Permission to Land , un ritorno al rock come piace a me, chitarre accordate in Mi che non suonano come bassi, un frontman degno di essere definito come tale. Gruppo che viene fuori adesso dall’Irlanda, se non erro, con un Rock dal sapore classico che per gli amanti di tale genere è ormai una rarità. Giudizio: Rock never die!!!

Audioslave – Audioslave, anche in questo caso, come per i metallica, è stato un po’ il cuore a guidarmi, un cuore amante dei bei tempi grunge “Soundgardiani”. Cosa dire di costoro? Un mix hard rock realizzato con 3 parti di Rage Against The Machine ed una parte (quella che più mi ha invitato) di Soundgarden, Chris Cornell, “the Voice”. Giudizio: Soundgarden, perché vi siete sciolti?!?!? (non c’entrava una mazza ma sta cosa la dovevo dire!!!)

by FranCeschiello

——————————————————————————————————

(in ordine sparso)

A Perfect Circle – Thirteenth Step
Radiohead – Hail to the thief
Goldfrapp – Black cherry
Dave Gahan – Paper monsters
Audioslave – Audioslave
Yeah Yeah Yeahs – Fever to tell
The Strokes – Room on fire
Mars Volta – De-loused in the comatorium
Blur – Think tank
White Stripes – Elephant
Massive Attack – 100th Window
Caparezza – Verità Supposte
Frankie Hi Nrg Mc – Ero un autarchico
The Postal Service – Give Up

by S[K]A

——————————————————————————————————

I PIU’ VOTATI

1° POSTO
Morgan – Canzoni dell’appartamento
Radiohead – Hail To The Thief
A Perfect Circle – Thirtheenth step(5 voti)
2° POSTO
Caparezza – Verità Supposte
Cristina Donà – Dove sei tu (4 voti)
3° POSTO
Baustelle – La Moda Del Lento
Marta Sui Tubi – Muscoli e Dei
Blur – Think Tank
The Postal Service – Give Up
Mars Volta – De Loused In The Comatorium
Belle And Sebastian – Dear Catastrophe Waitress (3 voti)

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close