Menu

Recensioni

Iron Maiden – Dance of death

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Rivogliamo i Beast. Questo è il laconico commento che esplicita il saporaccio che si è accumulato in bocca dopo l' ascolto dell' album. Che non fossero più in grado di sfornare capolavori come quelli degli anni 80 lo sapevamo, ma dopo il discreto Brave new world era lecito attendersi un pò di più dalla ormai vecchia e attempata vergine d' acciaio. L' impressione che suscita Dance of Death è che ormai gli Iron siano spenti, svuotati d' idee, ma soprattutto senza grinta, perduta probabilmente nel loro immenso portafogli. L' album di per sè non è malaccio, è un discreto album di heavy metal con due ottimi pezzi come Dance of death e Journey man, seguiti da una manciata di song stile vecchio stampo come No more lies e Paschendale; il resto è composto da canzoni trascurabili buttate lì per riempire lo spazio, tra cui troviamo il penoso singolo Wildest dream. Il grosso problema della maggior parte dei pezzi sta nella lunghezza: gli Iron ormai sono incapaci di tenere pezzi come Fear of the dark o Rime of the ancient mariner, nel senso che una canzone di 6 minuti dopo 3 ha già rotto le balle.

Riassumendo se non conoscete gli Iron ma vorreste approfondire lasciate perdere quest' album e ricercate nei capolavori Number of the Beast, Powerslave e Seventh son of a seventh son. Se invece siete dei loro vecchi fan come me cingete le mani e pregate che gli torni loro l' ispirazione per un ultimo grande album. L' impressione è però che gli Iron abbiano fatto il loro tempo e restino ormai solo una grandissima live band.

Tracklist
1.Wildest Dreams
2.Rainmaker
3.No More Lies
4.Montsegur
5.Dance Of Death
6.Gates Of Tomorrow
7.New Frontier
8.Paschendale
9.Face in The Sand
10.Age Of Innocence

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close