Menu

Bibliophobia

“Il Tuffatore” – Racconti e opinioni su FLAVIO GIURATO

Un libro che s’impernia sulla figura di Flavio Giurato (forse un po’ troppo), ma che si lascia comunque leggere.


A volte si incontrano tra le pagine racconti che non hanno senso di esistere come l’ultimo scritto da Lorenzo Morandotti che s’intitola Robinson ed è semplicemente un ringraziamento al cantautore romano che si conclude con un abominevole “E cantavo. Grazie a te.” e ti fa pensare al concetto di quoziente intellettivo, al fatto che Madonna ha un Q.I. più alto di Einstein e ti fa riflettere sul Q.I. di questo (sedicente) Morandotti (sedicente è un parola IN). A volte si incontrano racconti di un certo livello, come quello di Aldo Nove, che se Normann Mailer lo conoscesse gli consiglierebbe di posizionarsi al centro della stanza, mettersi a testa in giù e restare così per una trentina di minuti, prima di scrivere alcunché. Nonostante ciò Nove resta comunque una lettura gradita. Non certamente un capolavoro, qualcosa che ti fa esclamare “Porco cazzo!” ad ogni sillaba, ma certamente una lettura piacevole e divertente.
Ogni racconto si ispira ad una precisa canzone presente nel bootleg allegato al libro, ma la scelta cade quasi sempre su Il Tuffatore, che, nella produzione musicale di Flavio Giurato, rappresenta una sorta di canzone culto e che (a mio modesto parere), pur essendo una bella canzone, non raggiunge la bellezza di altre sue composizioni.

Un libro che si compone di una serie di racconti scritti da autori diversi, non è certamente un libro da comprare per la sua importanza o bellezza, ma certamente può essere utile se amate la figura di Flavio Giurato, se da tanto cercavate un suo cd senza trovarlo o per farvi un idea dello stile degli scrittori che lo compongono e magari in seguito decidere di comprare qualche loro libro.

Se siete interessati all’acquisto di questo libro+cd il prezzo è di 19,00 euro (da notare che comunque un cd già costa sui 15 euro e molti libri costano pure sulla ventina di euro (anche di poche pagine) quindi per un libro del genere è un prezzo ottimo) la casa editrice è la NoReply (www.noreply.it) (se non la trovate nella vostra libreria potete sempre andare da Feltrinelli e fornirgli l’isbn che è 88-89155-00-0, ma credo che alla Feltrinelli l’abbiano)

Segnaliamo inoltre per chi fosse interessato che la presentazione del libro si svolgerà venerdì 20 febbraio alle 18,30 presso la Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano. Interverranno all’evento Ricky Gianco, Giorgia Fazzini, Flavio Giurato, Aldo Nove, Paolo Nori, Stefano Massaron.

Per chi ama Afterhours e/o Marlene Kuntz segnaliamo anche la data di sabato 21 febbraio (ore 15,30) sempre alla Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano, dove vi saranno Manuel Agnelli (Afterhours), Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Luca Castelli, Marcello Prilli, Michele Monina, John Vignola, che si riuniscono per il progetto Parole in distorsione.

Infine domenica 22 febbraio alle ore 16.00 presso la Feltrinelli di Corso Bueno Aires a Milano vi saranno Luca Morino (Mau Mau), Cinema Volta, Luca Ragagnin.

FLAVIO GIURATO LIVE (CD ALLEGATO AL LIBRO IL TUFFATORE)

Il cd si basa soprattutto su bei riff di chitarra e cambiamenti di voce, di tonalità, passaggi da una melodia ad un’altra. Parlato che si mescola al cantato e testi che, nonostante gli anacronismi della chitarra acustica e della voce semplice e pura senza distorsioni, possono fare pensare ad artisti quali Manuel Agnelli, Battiato, Ferretti, De Gregori soprattutto nei testi molto profondi ed incisivi. Grandi pezzi come Valterchiari (primo track), Simone/Aquile e Corvi (che sono due canzoni distinte in un unico track) e Marco e Monica che si fa perdonare l’anacronismo con le successive L’Oriente/Il Tuffatore (sempre in unico track) che si legano alla precedente canzone e che danno prova della profondità di questo artista che riesce a fare un pezzo parlato di 40 secondi (L’Oriente) che ti lascia spiazzato per la sua bellezza. Il caso Nesta invece comincia forse non nel migliore dei modi, ma da quando cambia improvvisamente lingua riesce a sconvolgere la canzone stessa e a farla diventare un’opera di buon livello. Stupende fra tutte Silvia Baraldini in cui ad un tratto canta in uno sbadiglio.

Un cd tra anacronismo e innovazione, non saprei spiegarvelo…compratelo

P.S. è folle pensare che quest’uomo sia il fratello di Luca Giurato. (!!!!!)

Titolo del cd: Flavio Giurato Live:

1. Valterchiari (3.32)
2. Simone/Aquile e Corvi (2.36/4.00)
3. Marcia Nuziale (3.55)
4. Il Rondone (2.13)
5. Mauro (3.07)
6. Marco e Monica (4.03)
7. L’Oriente/Il Tuffatore (0.40/1.25)
8. Amnesia (2.03)
9. Il Caso Nesta (5.33)
10. La Giulia Bianca (3.51)
11. L’Ufficialino (4.10)
12. Silvia Baraldini (3.34)
13. La Scuola di Congas (1.33)
14. Il Tuffatore (1.26)

Flavio Giurato: Voce, Chitarre
Piero Fievoli: Chitarre

Rocco

COLLEGAMENTI
NO REPLY
Sito Ufficiale di Flavio Giurato

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close