Menu

Recensioni

Almamegretta – Sciuoglie e' Cane

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook
Gli Almamegretta sono tornati, senza Raiz questa volta ma con lo spirito errante che da sempre li aveva accompagnati. Quello spirito che oggi li ha portati ad allontanarsi dal concetto di gruppo chiuso in direzione del concetto di collettivo aperto.In direzione cioè di uno spazio in cui maturare non più come band confinata nella sua numericità ristetta ma aperta alle collaborazioni,agli influssi e alle idee di chiunque si avvicini a loro e alla loro musica come un'anima migrante.Lucariello e Patrizia Di Fiore in questo caso sono i nomi delle nuove voci partenopee presenti in “Sciuoglie e' Cane”.Due voci che seppur diversissime partecipano con la loro reciproca complementarità nella costellazione di suoni erranti presenti sull'album.

Dub,Poetry,Funk,Soul,Blues,HipHop,Trip Hop,Jazz,il vagabbondaggio musicale di questo progetto non conosce dimensioni di approdo,più che un disco è una nave di suoni gettata in un mediterraneo antico,quasi omerico,calmo e assieme burrascoso.Dal vicino oriente(vedi“Solo Cu Te”) alle coste portoghesi(vedi “Verao”) appena oltre le colonne d'Ercole dove l'orizzonte(l'Europa)finisce,passando per la Spagna(vedi“El Nino y la pelota”) e per i vicoli di Napoli(vedi “Nun s'ave Idea”,“Cinque Dita”),vero epicentro di questa esperienza musicale senza meta(vedi”Nowhere Home).Si tratta insomma di un pellegrinaggio interiore tra il tufo ed il mare della nostra terra,tra le paure e le gioie della nostra gente alla ricerca di un sè senza identità,di un'Io nascosto,seppellito nell'indefinito e per questo ricco dell'immensità del tutto.

Luci ed ombre,funk e dub,caldo e gelo,poetry e soul,sconcerto e stupore,hip hop e trip-hop si alternano in un vortice di sensazioni e sonorità che re-spingono l'ascoltatore verso il fondo del mare(vedi “O Mare che puort 'Ncuorp),verso il nessunluogo originario(vedi “The neverland”) chiamato casa,verso Itaca.E' un'odissea però incompiuta ed Itaca è una patria mai raggiunta,il senso del viaggio è esattamente dunque questo:viaggiare,migrare.Ma perchè?Perchè questo tormento non ha fine?Perchè il viaggio non si conclude?La risposta è ovunque sparpagliata nella cocretezza dei racconti narrati,è nel dolore affrontato in ogni storia,è nella struttura polimorfica del disco ed è appunto la LIBERTA'.La tensione tra i generi è la tensione tra le anime,quella tensione è dolore e quel dolore è tormento di cui la libertà è segno.Per questo al viaggio non v'è fine,per questo l'identità non è mai completamente guadagnata,per questo non puoi sapere quant'è profondo il mare che hai in corpo,perchè la passione della libertà rifugia ogni confine,anche quello di un nome,anche quello di un numero,anche quello di un luogo.Ecco allora che l’espressione sciogliere i cani acquista in questo contesto il suo senso primario; sciogliere i cani significa liberarsi e liberare,spezzare le catene e fuggire,sguinzagliare se stessi ovvero aprirsi al possibile puro.

“Sciuoglie e cane” è in definitiva un disco riuscito;da avere;un disco che non deluderà i fan degli Alma e che sorprenderà piacevolente chi per caso avrà la fortuna di avvicinarsi a questo gruppo;un disco godibile e che prestandosi a più livelli interpretativi offrirà tanti spunti di pensiero;un disco comunque impegnativo e che per essere pienamente apprezzato necessiterà di più ascolti;un disco fedele al sottosuolo e coerente al progetto Alma.Un disco che temo potrà essere sottovalutato;un disco che forse purtroppo capiranno in pochi.Un disco che solo per la copertina di Mimmo Palladino meriterebbe di essere acquistato originale,un disco insomma che coinvolgerà l'ascoltatore con le sue sonorità meticce lasciandolo spesso spiazzato difronte alla bellezza e alla complessità essenziale delle sue vibrazioni.

Con Passione e Ragione,

Davide Grossi a.k.a. Dj Dymon

Tracklist
“Preta d’oro”
“O mare che puorte ‘ncuorpo”
“Nowhere home”
“Sulo cu tte”
“Lo stesso vento”
“El nino y la pelota”
“Polvere”
“Nun s’ave idea”
“Cinque dita”
“Murderer’s blue”
“Sciuoglie ‘e cane”
“Verào”
“The neverland”
“Stella”

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close