Menu

Interviste

Intervista alle ALLUN

Felice di presentarvi le Allun, le ragazze di cui sono innamorato, il loro ingrediente primario? L’essere delle non-musiciste e l’improvvisazione radicale.
Cosa c’e’ nella loro musica di femminile? Ovvio, il suono degli elettrodomestici …
Se puoi dovreste chiedermi cosa mi piace di loro, beh direi la loro “ingenuita'”, le loro orge
sonore … Felice di presentarvi le allun:

Siete delle donne travestite da bambine o della bambine travestite da
donne?

Ste- Penso che siamo delle ragazze a metà fra l’essere ancora bambine e il diventare donne che travestendosi cercano di avvicinarsi + all’una o all’altra parte.
Natalia : Siamo come delle bambine che si travestono per uno spettacolo.

A quale target si rivolge la vostra musica? Ci sono state, per esempio, ragazze che si cimentavano a imitarvi?
Ste- La nostra musica non si vuole rivolgere a nessun target, la suoniamo e basta. Di certo ci piacerebbe molto incurosire ed essere apprezzate dall’universo femminile . Ma ti assicuro che nessuno si è mai ispirato a noi e
ancor + ci ha imitato, sarebbe assurdo; certo che sarebbe bello se riuscissimo a suscitare la voglia di suonare senza schemi e liberamente, come cerchiamo di fare noi.
Natalia : Di sicuro non facciamo concorrenza a Britney…la cosa stimolante è suonare in situazioni completamente diverse con pubblico completamente diverso.
Per farti un esempio durante il tour francese abbiamo suonato in locali intellettualoidi , in sqott, pub, perfino sotto un kebab…

I vostri spettacoli non si fermano mai al solo lato musicale, sono sempre accompagnati da una sorta di “teatro dell’assurdo”, perche’?
Ste-Le Allun son nate da 2 necessita, la voglia di suonare ,ma soprattutto la voglia di mascherarsi, di dare anche lato visivo-estetico al gruppo. Da lì il desiderio di abbinare anche delle piccole performances prima di salire sul
palco, che negli anni son diventate delle componenti essenziali dello spettacolo.
Natalia : Per noi la componente performativa è molto importante, ci permette di entrare nella “parte”, dal momento in cui usciamo dal camerino è tutto un altro mondo.

E le sfilate da cosa derivano?
Ste- Proprio da anni di travestimenti, sempre diversi e dalla voglia di provare a fare una performance a sè. Così un giorno ci siamo dette perchè non fare una sfilata Allun, così è avvenuto.
Natalia : I concerti sono tutti diversi, sia per quanto riguarda la musica che per quanto riguarda i travestimenti , e dato che questi ultimi per noi sono molto importanti perchè non fare una sfilata? Fashion allun è diventata una performance durante la quale sfilano improprie modelle, ognuna si prepara un vestito proprio e inscena visioni distorte di donna.

Ma allora hanno un ruolo anche le copertine dei dischi?
Ste-Certo, le Allun sono un gruppo che si basa molto sull’estetica, adoriamo l’arte e ci piace disegnare o fotografare ecc., per questo il nostro primo 7” aveva tutte copertine
diverse e tutte fatte a mano, con le copertine dei successivi album abbiamo sempre curato e fatto noi la grafica.
Natalia : Non sò che ruolo può avere una copertina ma di sicuro curiamo molto il lato visivo, le Allun si apprezzano live e non a casa seduti su di una poltrona.

La cosa che piu’ mi turba e’: ma se voi siete orientate all’improvvisazione selvaggia/ artifigurative e quant’altro non e’ che per caso un misero disco finisce per sminuire e non rendere l’idea del vostro lavoro?
Ste- Questa è una bella domanda, ci penso spesso anche io ed è una critica che spesso ci viene rivolta. Non so bene come risponderti, ma sempre le nostre registrazione son nate da improvvisazioni fatte sul momento e
registrate in presa diretta, proprio come se fosse un concerto. Nelle copertine sfoghiamo il nostro lato figurativo e ti anticipo che nel prossimo disco inseriremo un video.
Natalia : Quello di sicuro, infatti il prossimo cd (che aspetta solo di essere prodotto) sarà accompagnato da un video clip.

E poi, è quasi contradditorio per un gruppo volto all’improvvisazioneregistrare un disco e poterlo sentire tutte le volte che si vuole … non trovi?
Ste-Certo, ma il bello della vita sono le contraddizioni.
Natalia : Hai completamente ragione ma lo facciamo per i nostri fan :)

Il progetto Alos apre nuove porte, e le Allun (o quello che ne rimane)
che fine faranno? Quali sono i progetti per il futuro?

Ste- ?Alos(ti preciso che si scrive con il ? all’inizio) è il mio progetto solista ,ma questo non comporta nulla nelle Allun, anzi mi ha arricchito a livello musicale. Le Allun sono più attive di prima facciamo un sacco di concerti e
sfilate, a gennaio siamo andate in tour in Francia, a Marzo suoneremo in un paio di gallerie e poi in 2 festival femminili in Slovenia(a Lubiana e Nova Gorica) e in Italia. Poi dovremmo fare una sfilata, presentare il video e chissà … In più abbiamo registrato il nuovo disco, che (appena troveremo
un’etichetta) uscirà. Come vedi siamo attivissime. Non so se lo sai ma ora siamo in 2, poche ma buone!!
Natalia : chi lo sà! ultimamente stiamo suonando parecchio …è tutto da vedere, non siamo gente che pianifica :)

Come e’ stato riproporre il pezzone I Wanna Be Your Dog?
Ste-Divertente.

Una domanda personale: quali sono i tuoi dischi preferiti?
Ste-Cavolo, questa è una di quelle domande che detesto,scrivi qualche titolo e dopo qualche giorno pensi:” cazzo mi son dimenticata …”; diciamo che adoro la musica classica, i Dirty Three, Diamanda Galas, i Neurosis, Angelo Badalamenti, Tom Waits,le Motorama, i Ronin,i Concrete e tanti altri.
Natalia : ancora devo inquadrare i preferiti ma impazzisco per cat power.

Okkey torniamo a noi, come nasce il progetto OvO?
Ste-Nasce dal desiderio di suonare,finalmente, insieme io e Bruno e di poter suonare tantissimo e ovunque insieme.

Li reputi distanti(dico dal lato delle sonorita’) i progetti OvO/Allun?
Ste-Sì e parecchio, purtroppo non molti notano le differenze.

Non per sembrare maschilisti, ma una delle cose che richiama l’attenzione sulle Allun e’ la formazione tutta al femminile, cosa dici in proposito?
Natalia : Richiama l’attenzione perchè il panorama musicale “underground” è prettamente maschile, diventiamo di conseguenza qualche cosa di strano…quindi siamo strane al quadrato
:)
Ste- E’ vero non si può negarlo, ma noi non badiamo molto a ciò. Comunque questo avviene solo perchè, purtroppo, esistono pochi gruppi femminili e si sottolinea il fatto quando ce n’è uno. Non so se ti sei mai reso conto di quante poche donne suonino, a volte mi capita di suonare con gli Ovo in festival con 5 o 6 gruppi e di essere l’unica donna. Se fossimo di più non si farebbe più tutta questa
differenziazione.

In quale modo senti cambiate le Allun dopo i cambi di formazione?
Natalia : di sicuro a seconda delle formazioni cambiava un pò tutto (con e senza batteria i cambi sono notevoli), ora che siamo in due è tutto meno violento, si dà piu’ spazio
ai giochi ed elettrodomestici e vengono
usate piu’ basi.
Ste-Ora sono qualcosa di diverso. Siamo in 2.
E la musica che facciamo è proprio il frutto di tutti i cambiamenti di formazioni, di tutte le esperienze che abbiamo vissuto con le altre Allun, di ciò che ci hanno trasmesso
insegnato. Però ora, che non c’è più una batteria, il lato + pazzo delle allun , cioè elettrodomestici giochi ecc, si è fatto protagonista, perchè non più annebbiato da essa. La nostra musica ora si è fatta un pò più “tranquilla” e giocosa.

Esistera’ mai un giorno in cui vi siederete davanti al caminetto a raccontare la storia delle Allun ai nipotini?
Ste: mah?!!!
Natalia: come in tutte le favole ci vuole un lieto fine…

malagnino

COLLEGAMENTI
BAR LA MUERTE
Recensione di “ONUSSEN”

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close