Menu

Recensioni

Slight – Everything starts by a feedback

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Freschi di contratto discografico con la Vacation House si rifanno vivi gli Slight, gruppo dedito ad un Post-Hardcore maturo e compatto, grazie ad una intensa attività live che li ha portati in giro per mezza penisola. Con questo “Everithing starts by a feedback” gli Slight confezionano un album fresco e micidiale, quindici tracce di Post-Core fortemente imparentato con il noise e l’hardcore di derivazione Nu-school, ricco di aperture melodiche davvero notevoli, tanto da ricordare per alcuni versi i primi Deftones e gli Snapcase di “End transmission”. E’ proprio la prima traccia dell’album che riporta alla mente il combo di Chicago, gelide note di pianoforte introducono “Definition for a shelter”, caratterizzata da un cantato veramente convincente, si prosegue sempre a livelli molto alti con “Forget her smell” e “Wooden friend”, capaci di alternare bordate metal-core e imprevedibili aperture. In “One hour” invece si fa molto presentel’influenza di gruppi come Converge e Poison the well, con ritmiche serrate e riff malati.E’ proprio nella varietà dei riff che la band di Pesaro ha un punto di forza, in episodi come “Porcupine skin” e “Not so happy for the sun” questo elemento risulta vincente, senza dimenticare “Zorba” e “Suck my head” probabilmente i due brani migliori dell’album. Forti di una maturità compositiva non indifferente e grazie ad una produzione veramente notevole,gli Slight ci offrono un disco ricco di sfumature e sicuramente al di sopra delle odierne produzioni, dove l’unico neo è rappresentato da alcuni cali di tensione, perfettamente comprensibili in un lavoro di tale lunghezza inserito in un contesto già di per sé spigoloso come quello del Post-Hardcore.
In definitiva “Everithing starts by a feedback” è un album che emozionerà sicuramente gli amanti del genere e potrebbe essere sicuramente apprezzato anche da chi non è abituato a queste sonorità, perché capace di bruciare di quella passione e di quella follia, che al giorno d’oggi è sempre più difficile riscontrare in un gruppo Hardcore.Assolutamente consigliato l’acquisto , per giunta di 8 euro.

Tracklist
– be passionated
– definition for a shelter
– nine zeros
– forget her smell
– wooden friend
– one hour
– sky so white
– prcupine skin
– not so happy for the sun
– zorba
– my own effect
– as tonight
– suck my head
– last days of august
– nothing starts without passion

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close