Menu

Interviste

Intervista a STEFANO CLESSI di ECLECTIC CIRCUS

Eclectic Circus nasce dalla voglia di crearsi un proprio circuito e contribuire ad alimentare quello gia’ esistente.Tante piccole forze …tanti piccoli megafoni,per poter dare voce a quello che secondo noi e secondo molti nostri colleghi e’ sacrosanto: la musica “vera” ,di qualita’ indistintamente dal genere.”

Mao168 intervista per noi STEFANO CLESSI di ECLECTIC CIRCUS etichetta del fenomeno Marta Sui Tubi ,rivelazione musicale del panorama indie italiano

Stefano, fai parte integrante di una label indie emergente che, ora con i Marta sui tubi, sta raccogliendo delle belle soddisfazioni, non trovi? Ma ci racconti come è cominciata questa tua avventura?
Si ,tantissime soddisfazioni ! Non avremmo mai immaginato che in un anno saremmo riusciti a farci conoscere cosi’ tanto, ci sono arrivati quasi 500 demo.
Eclectic Circus nasce dalla voglia di crearsi un proprio circuito e contribuire ad alimentare quello gia’ esistente.Tante piccole forze …tanti piccoli megafoni,per poter dare voce a quello che secondo noi e secondo molti nostri colleghi e’ sacrosanto: la musica “vera” ,di qualita’ indistintamente dal genere.
Penso che ormai manchi poco per le situazioni plastificate,la gente e’ stufa di sentirsi raccontare la favoletta! …se poi non e’ cosi’ mi piace crederlo !

Qual è la “politica” della vostra etichetta? A cosa mirate e cosa offrite ai gruppi che affidano a voi la loro capacità creativa?
La dedizione alle produzioni e’ estrememente religiosa, e il coinvolgimento ancora di piu’,mi addormento pensando ai gruppi e mi sveglio pensando ai gruppi .La politica della nostra etichetta e basata sul “bello”,tutto cio’ che ci emoziona e ci piace lo produciamo, rimanendo in ambito rock perche’ e’ il linguaggio che piu’ ci rappresenta e con cui ci piace comunicare.C’e’ del vero sentimento dietro tutto questo lavoro.

Dì la verità… Quante sabbie mobili ci sono oggi giorno nella rigogliosa giungla della musica indipendente italiana? Secondo te, si tratta di una crisi nostrana o estendibile ad un panorama più vasto? Vedi una prospettiva risolutrice all’orizzonte?
Non e’ bello piangersi addosso..,nonostante questo penso che la situazione musicale,sopratutto per la discografia italiana sia parecchio tragica.
Di difficolta ce ne sono tantissime ti rispondo piu’ che altro da musicista perche’ da produttore sarei ridicolo,abbiamo fondato Eclectic Circus circa un anno fa’ abbiamo fuori solo due titoli ,e’ un po’ presto per tirare le somme…! Comunque dipende tutto da quanta corazza riesci a farti e quanto sei testardo. (io sono del “toro” mi agevola un po’), in un modo o nell’altro riesci a farti sentire dipende quanto ci credi. All’estero non so minimamente come sia,lo immagino pero’,penso ci voglia poco per essere piu’ avanti di noi,…ho parecchi amici che vivono a Berlino e dai loro racconti aime’ noi siamo il terzo mondo della musica. Soluzioni?! ..o ci si trasferisce oppure ci si rimbocca le maniche. !

Torniamo a parlare dell’eclectic circus… circo eclettico: cioè? I vostri uffici sono sospesi sul sottile e instabile filo dell’equilibrista? Fate i salti mortali per arrivare a fine mese? I cantanti sono belve da ammaestrare e i giornalisti tutti pagliacci? Mi spieghi cosa nascondete sotto questo tendone?
Eclectic Circus e’ un nome che mi ero appuntato su un quaderno parecchi anni fa’ , mi era venuto cosi’ dal nulla ,suonava benissimo e aveva anche un bel significato, il concetto di circo inteso come famiglia , una sorta di consorzio all’interno del quale ci siamo noi ,tutti sullo stesso piano e con lo stesso obbiettivo.
…l’etichetta e’ una copertura ! quindi basta con ste domande…

Chi meglio di te può “vendere” il proprio prodotto? Vogliamo sapere tutto ciò che non sappiamo (che magari non è stato scritto da nessuna parte, parlo di giornali o siti) sui gruppi che militano per la eclectic…
Penso sia gia’ stato detto tutto delle band, magari qualcuno ha tralasciato i propri gusti sessuali ma poco importa…!

Capitolo d’attualità: Marta sui Tubi. Come li hai scoperti? Prima di essere influenzato da ciò che si diceva in giro di loro, ho voluto assaggiarli personalmente e li ho trovati gustosi e molto digeribili. Per quanto siano caratterizzati da un minimalismo strumentale, si dimostrano poliedrici e caleidoscopici, ma l’ecletticità sonora che esce dalle casse si appoggia su melodie che già ad un secondo ascolto si fanno inseguire senza alcuna fatica. Questo il mio giudizio. Devo smetterla di drogarmi, secondo te?
I Marta sui tubi c’ hanno spedito i loro provini e dopo non aver ricevuto alcuna risposta positiva da noi, ma bensi una new-letter che annunciava il tour degli Slim , ci hanno risposto ad insulti e minacce da veri Siciliani, ignari del fatto che quel loro provino era nel nostro stereo da piu’ di quindici giorni ed eravamo gia’ convintissimi di produrlo.
Da li a poco ci siamo incontrati e fidanzati !

…secondo me ti droghi la mattina. E non va bene ! un consiglio : dalle 18.00 in poi.

Facciamo un po’ di fantamercato? I prossimi acquisti? Cedi qualcuno? Del resto ti ho incontrato al Tora Tora, ma immagino che il Mei sia stata una pentola molto più succulenta da cui poter attingere, o sbaglio?
Penso che per il prossimo anno giocheremo con una formazione poco convenzionale: Giovanni e Carmelo dei Marta sui tubi in attacco , gli Slim a centrocampo e io e Paolo di Eclectic Circus in porta : “due portieri” ! non deve entrare neanche un GOL !!
Penso che la formazione rimarra’ cosi’ tutto l’anno, non compreremo nessuno ! , a meno che non arrivi “il brasiliano” a farci cambiare idea.

Io sono convinto del fatto che senza una grande passione per la musica non si possa fare questo mestiere. Nessuna conoscenza può sostituire le percezioni di un ascolto. Ti ritrovi in questo concetto oppure credi che siano altri i parametri indispensabili per valutare un gruppo e il suo lavoro? Tu su cosa fai affidamento?
Hai perfettamente ragione,per un musicista la tecnica senza cuore porta solo imbarazzo, niente di buono.Cosi’ anche per un produttore, la conoscenza teorica non potra’mai sostituire l’istinto e l’irrazionalita’ che delle componenti fondamentali.
Il giusto compromesso tra tecnica e sentimento porta ad un altissimo livello artistico cosa che sono riusciti a raggiungere i Marta sui tubi con il loro esordio.
Per le due produzioni che abbiamo fatto finora ho seguito l’istinto.

Quello che hai messo su è davvero un bel progetto… Ma il tuo prossimo sogno qual è?
Senza sogni, lo sai, non si va tanto avanti…
Ultimante ho dovuto allentare i miei un po’ i miei progetti musicali per i grossi impegni con Eclectic Circus, ma conto di riprendere al piu’ presto, ci sono in cantiere situazioni molto interessanti……

www.eclectic-circus.com

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close