Menu

Recensioni

Pecksniff – Elementary Watson

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Prodotto dalla sapiente, iperattiva e onnipresente mano di Amerigo Verardi, “Elementary Watson” dei parmensi Pecksniff ci presenta 23 minuti di spensieratezza, 10 perle di lo-fi acustico e ingenuo che riporta al “Sentimento Westernato” di Cristian Bugatti, ossia Bugo, nonostante il cantato in inglese e il sound più curato.
Il sestetto emiliano può forse sembrare ingenuo e spensierato fino all'inverosimile, ma dietro la loro musica, fatta anche di rumori vari (i nostri affiancano agli strumenti più classici dei giocattoli…non chiedetemi come…), sembra celarsi una ricerca maniacale.
Ottima la scelta delle due voci ad interpretare i testi, anch'essi dall'esagerata spensieratezza e inguenuità. Per intenderci: “Jumping through the forest, happy, the sun shines up”, i primi versi del disco.
Pochi accordi e una semplicità disarmante: la trappola della monotonia è sempre dietro l'angolo, ma i Pecksniff non ci cadono mai.
“Elementary Watson” è una boccata d'aria fresca in un'afosa giornata d'estate, uno squarcio di sole dopo un temporale, una sigaretta dopo aver fatto l'amore, quei 15 giorni all'anno per fare il giro del mondo, trovare l'euro nel carrello del supermercato, una velina che va con un operatore ecologico, una crema solare per il nudista, il Padova che torna in serie A…vabbè…si potrebbe andare avanti per ore…concludo…”Elementary Watson” è un gran bel disco, consigliato a tutti. Stop.

Tracklist
1. The Bees Attack!
2. Troubles and clouds
3. Dakota
4. My Heart Was Broken Again
5. Drawing the sky
6. Susy D.J.
7. A Book into your eyes
8. Sea of grass
9. The song of Stephanie and Stephen
10. The snow on your head

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close