Menu

Recensioni

Non Voglio Che Clara – Caffè Cortina EP

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

trediciminutiequarantasettesecondi di splendida musica italiana. I Non voglio che Clara sono 4 ragazzi che al secondo EP autoprodotto riescono a ricreare atmosfere anni '60 rivisitandole nella forma e nella sostanza per catturare l'attenzione di chi ascolta e tenerla per tutta la durata dell'EP.
Si parte con Quello con la telecamera dove la voce triste e melanconica di Fabio De Min, accompagnata da
piano e batteria con l'inserimento di violino e violoncello, ricorda E la chiamano estate per le sensazioni che riesce a far provare. Segue I piani per il sabato sera dove il discorso iniziato 3 minuti prima non viene interrotto, ma rafforzato e la voce piena di tristezza e di bassi riesce a far vibrare non solo le casse dello stereo, ma anche le emozioni dell'ascoltatore. L'apice viene raggiunto con Le paure dove la musica e le parole dei Non voglio che Clara fanno sperare che questa canzone non finisca mai, ma che continui all'infinito. Il miniCD si conclude con la canzone più “movimentata” tra le 4, Se ti senti sola.
In conclusione c'è da dire che i quattro brani di Caffè Cortina scorrono in modo fluido e stimolante e vi accorgerete che una volta finito sarete pronti a farlo ripartire un'altra volta e poi ancora, perchè è una musica che non stanca e il senso di malinconia e di tristezza che lasciano la voce e le parole si sposano bene con la musica ben ponderata e accurata e accompagnante.
Non c'è alcun dubbio che questo sia un album che chiunque abbia il cuore diviso tra la musica anni '60 italiana e la nuova emergente post-pop-rock-indie deve avere, ma il discorso vale anche per tutti quelli che vogliono sapere cosa di buono c'è in Italia e cosa c'è ancora da scoprire.

Tracce
01 – Quello con la telecamera
02 – I piani per il sabato sera
03 – Le paure
04 – Se ti senti sola

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close