Menu

Recensioni

Chop Chop Band – Ci Sei O No?

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

“E' un disco o il titolo di un questionario?” ho pensato non appena ho letto il titolo di questo nuovo album della Chop Chop Band. Anche se i ragazzi sono pugliesi tanto quanto lo sono io, devo ammettere ancora una volta la mia ignoranza: non li conoscevo! Alle spalle hanno già 2 album (“Fiore di terra” e “Sveglia”) e svariate decine di migliaia di copie vendute. Ma il vero biglietto da visita con cui si presentano gentilmente alle mie orecchie rimane quest'ultimo album. La prima volta che l'ho messo nel cervello pioveva ed ero come ogni mattina in un autobus strapieno. Voglia di vivere pressocchè vicina a zero… così le prime 3 canzoni scorrono senza quasi lasciare il segno, e sul mio block notes neuronale scrivo “Già sentito; chitarra interessante; melodici…”. Poi mi accorgo che piano piano vengono a galla arrangiamenti nuovi, completi, gestiti in maniera sorprendente. Decisamente new… NEW REGGAE! Per chi ama le classificazioni occorre ricordare che in realtà si dovrebbe dire “reggae new”, ma poco importa…
L'elettronica non è più un optional, un tappabuchi. Diventa assieme alla chitarra di Saverio De Palma un elemento di cui non si riuscirà più a fare a meno. La band è matura e si sente… te ne accorgi da canzoni che sotto il profilo testuale potrebbero scricchiolare (“Se il mondo gira” è per me troppo adolescenziale!), ciò che tiene in piedi la baracca è la musica: il dialogo tra un sax instancabile e quella chitarra elettrica che mi aveva colpito sin dall'inizio è davvero uno dei momenti più belli di tutto l'album.
Personalmente preferisco gli episodi più “impegnati” della band. Canzoni come “Ci sei o no?”, “Io quale uomo”, “Non c'è distinzione” parlano in maniera essenziale e diretta dei pregiudizi erronei della società, della condizione umana e dei ritmi a cui essa è sottoposta. Mica pizza e fichi! E la voce di Pino mi convince, non solo da un punto di vista argomentativo, ma soprattutto da quello musicale. Decisa, pulita, versatile e ben inserita in quel contesto musicale fatto di trame melodiche intrecciate tanto intelligentemente da riuscire a saziare anche i palati più raffinati. Per piacere, non mi venite a dire che questa musica è buona solo per ballarci su…

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni