Menu

Recensioni

Oasis – Standing On The Shoulder Of Gian

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Se Be Here Now è stato per gli Oasis “l'album della droga”, questo quarto lavoro è sicuramente una luce fuori dal tunnel.
La band inglese, famosa per i suoi giorni di gloria mattutina, ha rotto il giocattolo del successo con il già citato precedente disco; di fatto, seppur le vendite non lo confermano, la cresta dell'onda non li vede più protagonisti già da qualche anno.

Standing è così un album introspettivo (finalmente, quancuno dirà), dove esce tutto lo spessore caratteriale di un Noel Gallagher in cerca di se stesso, a causa anche di una serie di circostanze che lacerano la band: l'abbandono dei 2 membri storici Guigsy e Bonehead, il calvario delle droghe, i gossip rosa del fratello Liam. E' così dunque che viene partorito il quinto lavoro del gruppo di Manchester.

Tra le tipiche sonorità mancuniane (su tutte Go Let It Out), qualche pezzo che non ti aspetti (l'azzeccatissima intro strumentale Fuckin' in the bushes), e qualche caduta di stile grossolana (Put yer money where your mouth is, che rifà il verso -male- alla superba Roadhouse Blues dei Doors, Little James, primo componimento ben poco ispirato di Liam), qualcosa di nuovo e di buono si riesce a trovare: Gas Panic!, pezzo unico nel suo genere per gli Oasis, psichedelico e angosciante, una sorta di Champagne Supernova (ricordate l'epica chiusura di Morning Glory?) al negativo, e Who Feels Love?, chitarre al contrario e tanti Beatles nel mezzo.
Sicuramente l'album più impegnato, nel complesso peggiore degli altri ma anche più raffinato e introspettivo.

Insomma, è la prima pietra per ricostruirsi, il primo passo per rialzarsi. Sopra le spalle dei giganti, ovviamente.

Tracce:
1 Fuckin' in the Bushes
2 Go Let It Out
3 Who Feels Love?
4 Put Yer Money Where Yer Mouth Is
5 Little James
6 Gas Panic!
7 Where Did It All Go Wrong?
8 Sunday Morning Call
9 I Can See A Liar
10 Roll It Over
11 Let's All Make Believe (solo per la versione giapponese)

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close