Menu

Recensioni

Luisenzaltro – Inversioni aEIOU, in versione aUDIO

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Quando la demenzialità incontra la poesia. E quando la poesia incontra il realismo. Questo è “Inversioni aEIOU”, in versione aUDIO”, disco completamente autoprodotto di Alessio Luise, che si cela sotto il nome di Luisenzaltro.
Un po' Bugo e un po' Morgan, e anche un po' Elio in certe uscite non-sense (“l'Esselunga viene dopo, poco dopo l'erremoscia”), Luisenzaltro infila le parole in una concezione casalinga della musica, e per dirlo in termini musicali, una concezione lo-fi, che rende ancora più intrigante l'ascolto di questo disco, ma che purtroppo, allo stesso tempo, ne limita la facilità di ascolto.
Problema che sarebbe comunque risolvibile con una produzione con la P maiuscola. Allora saremmo probabilmente qui a parlare di un gran disco. Ma allora non saremmo più a parlare di concezione casalinga. Oddio, troppi pro e troppi contro.
E siccome bisogna accontentarsi di ciò che passa al convento, parliamo di ciò che passa.
Partendo dall'allegro funk “demenzio-realista” di “Comune” fino all'opposta malinconia di “Regolarità e Dispendio” che ci lascia con una terribile sentenza: “per fare l'artista ci vuole tempo, meglio fare l'operatore culturale”.
E c'è anche spazio per il pop non pop della mezza title-track “Le Inversionie AEIOU” e per qualche frecciata elettro-noise in “Contatore” (“non contare su di me, sai non amo l'artimetica”).
Tredici pezzi divertenti e poetici ma non troppo, che divertono e lasciano quel giusto filo di inquietudine e malinconia lo-fi. Non so cosa voglia dire, ma mi pareva ci stesse bene.

Tracklist
1.Condimenticandosi
2.Comune
3.Regolarità E Dispendio
4.Il Fruscio Delle Infiorescenze
5.Le Inversioni AEIOU
6.L'Aura Nell'Era Della Riproducibilità Tecnica
7.Semicerchi
8.Intervento Su Renoir
9.Contatore
10.SestoCantieri
11.Viceversa
12.Leisenzaltro
13.La Forma Delle Allusioni

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close