Menu

Recensioni

Daniele Brusaschetto – Poesia Totale Dei Muscoli

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Daniele Brusaschetto oltre ad avere un bel nome (sorry) è un musicista e ci presenta questo suo quarto disco, “Poesia Totale Dei Muscoli”, completamente autoprodotto, in tutti i sensi, in quanto è lui a suonare e registrare tutto.
Il bello è che non si tratta della solita roba lo-fi, termine spesso abusato per giustificare una registrazione pessima. O almeno non è quel tipo di lo-fo. Qui siamo di fronte a qualcosa di più complesso, veramente ben fatto e curato, in tutte le sue parti.
Nascosto da un muro sonoro a tratti impenetrabile, a tratti più accessibile e leggero, Brusaschetto ipnotizza con le sue “filastrocche industriali”, accompagnate da “melodie” noise, industrial, psichedeliche e pop come in “Arancione D'Oro e Marrone” e “Matilda” dove certe rumorosità elettroniche scompaiono per lasciar spazio agli avvolgenti arpeggi in stile Massimo Volume, soprattutto nella prima.
Se c'è una cosa su cui soffermarsi, è la voce di Brusaschetto. Si potrebbe certamente dire che canta male. Il cantato è piatto, monocorde, quasi stonato…ma alla fin fine risulta essere totalmente abbinato alle sonorità proposta, cosa che più di qualche volta ha portato a vedere il suo nome affiancato da quello, decisamente più grande, di Giovanni Lindo Ferretti.
Brusaschetto è un cantautore “contemporaneo”, un cantautore industrial e come lui stesso ci fa presente, dalle sue parti “musica concreta e musica pop cozzano”.
Come dargli torto?

Tracklist

01. Canzone per il disagio
02. Palla bianca con scritta rossa
03. Poesia totale dei muscoli
04. Matilda
05. Spring Can
06. Silvestro
07. Dondolo il cervello
08. (4) arancione, d'oro e marrone
09. Utopico drink
10. Se lo faccio morirei
11. Il bambino tram

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close