Menu

Recensioni

Andhira – …Sotto Il Vento E Le Vele

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Questo disco degli Andhira ha qualcosa di suggestivo e incredibilmente affascinante. A leggere incontro con Fabrizio De Andrè si potrebbe pensare alla solita raccolta di cover del più grande cantautore italiano. Ma il tutto è qualcosa di più. Un lungo e affascinante viaggio, “…sotto il vento e le vele”, non una semplice reinterpretazione di De Andrè. Sarebbe troppo facile.
A brani di De Andrè si alternano pezzi propri e brani ricavati dalla tradizione popolare sarda.
Sullo stesso livello infatti “Rimini”, scritta da De Andrè e Bubola, con una certa suggestiva atmosfera medievale, quasi epica, creata dall'eccelso pianoforte di Luca Nulchis, e “La Preghiera Di Ulisse”, inedito della band sarda con testo elegante e raffinato.
Da brividi “Disamistade” con i perfetti vocalizzi e cori delle tre voci femminili degli Andhira (Elena Nulchis, Patrizia Rotonda e Cristina Lanzi) . Un continuo saliscendi di emozioni, che culmina in un imprevedibile e spumeggiante ritornello.
“Amore Che Vieni Amore Che Vai” stupisce per le atmosfere latine molto danzereccie che accompagnano le voci come al solito impeccabili.
E c'è anche la possibilità di trovare De Andrè strumentale in questo disco. “Smisurata Preghiera”, un continuo intreccio di archi che va a sfociare in “La Guerra Di Piero” (prima parte) dalle sonorità minimali e assopite.
Tutt'altra cosa rispetto la seconda parte, con percussioni e pianoforte martellante a costruire ritmiche incalzanti.
Poi “Il Valzer Per Un Amore”, ripreso di nuovo strumentalmente, e “Il Re Fa Rullare I Tamburi”, ironica reinterpretazione della canzone popolare francese del XIV secolo.
E per concludere l'ultimo incontro con De Andrè: pianoforte sopra tutti ad accompagnare frammenti di “La Canzone Di Marinella”, “Bocca Di Rosa”, “Dolcenera”, “Il Pescatore”.
Gli Andhira riescono perfettamente sia quando si tratta di De Andrè, sia quando si tratta di pezzi propri, e ci presentano un disco che piacerà sicuramente agli amanti del prog, ma anche a chi come me col prog ha sempre litigato. Certo, con De Andrè come mediatore è tutta un'altra storia.

Tracklist
1.Rimini
2.Pregadoria
3.Ave Maria
4.Disamistade
5.Oi Bir
6.Amore Che Vieni Amore Che Vai
7.La Preghiera Di Ulisse
8.Smisurata Preghiera
9.La Guerra Di Piero
10.Terzo Intermezzo
11.Interludio
12.La Guerra Di Piero (seconda parte)
13.La Ballata de s'isposa 'e Mannori
14.Valzer Per Un Amore
15.Il Re Fa Rullare I Tamburi
16.Ultimo Incontro

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close