Menu

Recensioni

Giardini di Mirò – The rise and fall of academic drifting

2001 - Homesleep
indie, post-rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. A New Start (For Swinging Shoes)
2. Pet Life Saver
3. The Beauty Tape Rrider
4. TrompsØ is Ok
5. Pearl Harbor
6. Little Victories
7. Penguin Serenade
8. Rise and Fall Of Academic Drifting

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Nell’ambito della musica rock, il panorama italiano è sempre stato molto scarno, sia perché la parte maggiore dei fruitori (italiani) di musica non hanno mai prediletto questo campo, sia perché coloro invece che lo seguono hanno giustamente prediletto l’ambito internazionale, ma soprattutto perché le case discografiche italiane sono sempre state restie a dare delle opportunità ai gruppi che si affacciavano su questa scena preferendo naturalmente un Tiziano Ferro, che con la sua musica orecchiabile garantisce maggiori vendite. Ma nonostante ciò, un panorama rock in Italia esiste, si trova lì nascosto nell’underground, nell’indie, ma di ragazzi che amano il rock e lo sanno suonare ce ne sono e i Giardini di Mirò ne sono un esempio. Sono della provincia romagnola e suonano post-rock, un genere certo non banale, ispirando a gruppi del calibro di Mogwai, Godspeed you! black emperor, Slint e Tortoise ( i maggiori nella scena post rock internazionale) senza sfigurare al loro confronto anzi aggiungendo personalità e diversità al loro sound. “Rise and fall of academic drifting” è il loro album d’esordio ufficiale, dopo i due precedenti ep, “Gdm” e “Iceberg”, ed è davvero un gran bel esordio. Ritmi cadenzati, arpeggi interminabili a tratti psichedelici,chitarre che intrecciano trame sonore lente ed ipnotiche per poi esplodere con bruschi strappi elettrici; il dosato ma sapiente uso di archi e fiati rende le atmosfere ancor più dilatate e sognanti conferendo al disco un’intensità emozionale straordinaria. Davvero un disco di livello che non sfigurerebbe nemmeno in ambito internazionale, ma naturalmente in Italia manca una cultura musicale di questo tipo e gruppi come i Giardini di Mirò sono costretti a fare i salti mortali per proporre la loro musica e per diffonderla. Comunque il sapere che esiste è una consolazione non da poco, vorrà dire che toccherà a noi cercarla.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close