Menu

Recensioni

Torpedo – L’Ingranaggio

-

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Terremoto
2.A Decine Di Metri Dal Fondo
3.Alibi
4.Stelle
5.Nuove Strategie
6.Nuoce Gravemente Alla Salute
7.Lo Stetoscopio Del Dottor Locasciulli
8.Tigre Contro Tigre
9.Quelli Come Te
10.F.M. (il dittatore)
11.Spamming 387
12.Apparecchio Mediatico
13.Alibi (rootz vrs)
14.Le Mani Sopra Roma
15.Tunnel

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Non è un semplice disco ska, con le solite chitarrine in levare, fiati un po' dappertutto e basta. I Torpedo, viaggiano tra dub, punk, reggae il tutto miscelato e condito con sonorità elettroniche a tratti spiccatamente vintage, che ultimamente fa molto cool.
E devo dire che la cosa funziona molto bene. E se l'apertura con “Terremoto” può sembrare inizialmente uno dei classici ska-reggae che a lungo andare provocano effetti sonniferi, l'intermezzo elettronico, e l'uscita con la gran cassa in stile molto dance, fanno subito cambiare idea. “L'Ingranaggio”, non lascerà spazio a sbadigli.
C'è l'hip-hop “giamaicano” di “A Decine Di Metri Dal Fondo”, con gli inserti arabeggianti (credo) del featuring Rachid, lo schietto, semplice e sincero ska-core di “Stelle”, il reggae new (sembra si dica così) di “Nuove Strategie”, i quasi due minuti punk di “Quelli Come Te”, l'inconfondibile bis di “Alibi” con le voci pugliesi dei Sud Sound System e la viaggiante uscita elettronica di “Tunnel”. Non dal.
Testi che trattano spesso, quasi sempre, temi “impegnati”, soprattutto riguardanti televisione e media in generale (d'altra parte l'omino della copertina con la televisione in testa parla chiaro), recitati dalla voce versatile di Andrea Cota, che sa adattarsi molto bene ai vari generi trattati in “L'Ingranaggio”, seconda prova per i romani Torpedo che con il primo disco “Radio Torpedo Indipendente” (che non ho avuto occasione di ascoltare) erano stati definita rivelazione nella scena alternativa romana. E i 50 minuti appena ascoltati lo confermano a pieno.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close