Menu

Recensioni

Prodigy – Always Outnumbered,Never Outgunned

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Prodigy – Always Outnumbered, Never Outgunned (2004)

Se dopo sette anni i Prodigy avessero sfornato un disco identico al fenomenale “The fat of land”,per me sarebbe stata la delusione totale.
Linceziati Flint e Maxim(che però rientreranno nel gruppo con l'inizio del tour),Liam Howlett si è avvalso di numerevoli quanto prestigiose collaborazioni:dall'attrice Juliette Lewis(che ricorderete in”Natural born killers”,”Dal tramonto all'alba”e l'ultimissimo”Starsky e Hutch”)ai fratelli Gallagher,passando per Paul Jackson e Kool Keith.
Il disco suona,per stessa definizione dell'autore,più punk e meno elettronico,cosa in parte vera.In canzoni come “Spitfire” o “Hot ride” risuonano chitarroni rock da fare invidia al miglior Marilyn Manson,ma la componetnte elettronica non è messa sicuramente in secondo piano! Molto bella la ballata elettricsound “Medusa's path”, pezzo consigliato da mettere in macchina durante una guidata notturna.
Anche in questo disco non mancano i pezzi hiphop: “Get up,get of” e “Wake up call” ne sono la dimostrazione.
In sostanza, dopo il singolo uscito un paio d'anni fa “Baby's got a temper”,definito dallo stesso Howlett nell'intervista a Rolling Stone:”La peggior canzone mai scritta dai Prodigy”,tutti si aspettavano qualcosina in più,ma bisogna sapersi accontentare.

Tracklist
Spitfire
Girls
Memphis Bells
Get Up Get Off
Hotride
Wake Up Call
Action Radar
Medusa's Path
Phoenix
You'll Be UNDER MY WHEELS
The Way It Is
Shoot Down

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close