Menu

Recensioni

Nippon & the Symbol – U.N.O.

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Da due anni i Nippon & the symbol (i/o + Marco De Marco & Caterina Giomo) propongono spettacoli durante i quali accompagnano con musiche ambientali (nonché residui di noise jazz core) letture di opere letterarie di alto livello.

Nelle 9 tracce di UniversoNbangaOrfeo i nippon recitano passi tratti dalle cosmicomiche di Italo Calvino e da alcune opere di Buzzati e Campana, spiazzando l’ascoltatore con brani in cui il testo e la musica sembrano rincorrersi e brani in cui sono visibilmente in contrasto. Ne nasce un’opera gradevole e sagace, che non lascia spazio al caso, bensì pianifica con grande abilità il movimento dei vari strumenti.

La parte più riuscita è decisamente la prima, dove le letture tratte dal genio di Calvino, insieme alle musiche dei nippon, creano uno scenario apocalittico, nel quale viene accentuata tramite le due voci (De Marco e Reali) una sorta di inquietudine del vivere. Tutto viene focalizzato nell’attimo in cui muore o si avvia alla fine o ad un cambiamento (considerato comunque come termine di uno stadio precedente). “Lo zio acquatico”, per esempio, narra la fine dell’era acquatica e l’evolversi della vita sulla terra ferma, mentre il ciclo di Orfeo e Euridice (”L’altra Euridice”/”il cielo di pietra”/”il canto di Orfi”) narra la fine della supremazia degli Inferi sulla vita terrestre; e così via: dalla prima all’ultima canzone l’occhio del narratore viene puntato sui cambiamenti.

La chiusura, affidata a due opere di Buzzati e Campana (“Le streghe della città”/”Batte botte”), sembra spezzare lo scenario apocalittico in cui ci trovavamo, per proiettarci in qualcosa di più sarcastico e semplice. Se vogliamo trovare un difetto in questo album, possiamo attribuirgli un isolamento concettuale di questi due ultimi brani. Va comunque detto che l’opera in sé è a mio avviso uno dei migliori lavori musicali del 2004, nonostante abbia preso l’ultimo treno utile (infatti, l’album è del dicembre di quest’anno).

Consiglio a tutti l’ascolto e l’acquisto.

Per maggiori informazioni potete visitare la EbriaRecords all’indirizzo web:
www.ebriarecords.com
o contattando l’indirizzo:
info@ebriarecords.com

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close