Menu

MEI – Made In Italy 2004 – Volare – Vol. I – La prima compilation del MEI

Mei – Made in Italy Vol. I – Volare è un’espressione culturale, un ideale raggiungibile, un’organizzazione di persone che condividono lo stesso principio. Mei – Made in Italy Vol. I – Volare è il documento musicale più autorevole di tutto ciò che ruota attorno al MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti, l’unico e più importante evento dedicato al settore discografico italiano.
Mei – Made in Italy Vol. I – Volare comprende artisti e generi musicali derivanti dalla tradizione melodica italiana e dall’indie-rock. Un documento unico in Italia e nel mondo, ideato da Giordano Sangiorgi, patron del MEI di Faenza, realizzato da Luca Stante di Eko Music e distribuito da Edel Italia. Verrà pubblicato a fine Novembre 2004, contemporaneamente all’Ottava Edizione del Meeting delle Etichette indipendente di Faenza.

La tracklist comprende alcuni tra i migliori artisti italiani del momento (Mauro Pagani, Carmen Consoli, Aftrerhours, Verdena, Finardi, Fossati…) accanto ad emergenti di spicco (Marta sui Tubi, Skandalo Al Sole, Bugo, Deasonika…) con incursioni nel teatro come la partecipazione del Nobel Dario Fo (con Bandabardò) e Paolo Rossi (Têtes de Bois). Il primo CD è più cantautorale ed “adult” mentre il secondo è più indie-rock. Ed è impossibile non innamorarsi ed essere orgogliosi della nostra musica ascoltando i brani che scorrono con personalità tutta italiana.

Il requisito degli artisti inclusi è aver partecipato a vario titolo al MEI, contribuendo a costituirne l’identità che ha oggi. Musica prodotta in Italia e strettamente legata alla rinnovata tradizione melodico – popolare italiana insieme a quella indie-rock nel rispetto delle sue mille ramificazioni e delle tendenze attuali. Il primo volume è certamente significativo perché inizia un percorso con l’umile ambizione di fornire nel tempo una testimonianza delle tendenze artistiche e socio-culturali italiane. E’ stato denominato in senso augurale “Volare”, perché vorrebbe essere un progetto (già presentato al Ministero dei Beni Culturali) di valorizzazione complessiva della nuova musica italiana all\’estero ed in omaggio all’ultimo grande della canzone italiana, Domenico Modugno – che rinnovandola nell’ormai lontano 1958 riuscì a conquistare tutto il mondo. Non a caso, Volare comprende artisti di grande livello accanto ad emergenti di spicco con l\’intenzione di presentare tale produzi
one anche al prossimo Midem di Cannes. Nei mercati esteri infatti si riscontra un bisogno latente di musica italiana oltre ai soliti nomi (Ramazzotti, Pausini, Ferro,…) che seppur validissimi nei loro generi, non sono sicuramente rappresentativi di tutta la realtà discografica del nostro paese. In tal senso la compilation si pone anche come testimonianza vitale ed attuale del Made in Italy nel mondo, inteso soprattutto nelle sue componenti di creatività e stile di vita ed in tal senso cerca di valorizzare le migliori idee imprenditoriali che possano ottenerci un posto di rilievo nel mercato musicale mondiale. Il Mei intrattiene da tempo rapporti di collaborazione con importanti eventi esteri quali il Midem, il Womex, il Popkomm ed il Music Works, con organizzazioni estere di tipo associativo e con diverse realtà discografiche estere. Infine, questa compilation sarà commercializzata anche in formato digitale attraverso partner quali TIM, CDRai ed Od2.

“perchè vogliamo che la nostra musica italiana torni a volare…..” (Giordano Sangiorgi)

CD doppio 30 brani

Prezzo €15 (consigliato al pubblico)
Da un’idea di Giordano Sangiorgi, MEI
Project leader, Luca Stante, Eko Music
Tracklist by EkoMusic

Product management Eko Music
Prodotto da Eko Music, www.ekomusic.it
Distribuzione da Edel Italia srl
Info: eko@ekomusic.it ; mei@lamiarete.com

N° Catalogo: 0159292ERE

Tracklist CD 1
1.Mauro Pagani – Fine Febbraio. Descrive una maledetta giornata invernale, accompagnato dalla profonda voce del migliore Ligabue.
2.Carmen Consoli – Blunotte. Brano commovente in cui la cantatessa con grande lirismo racconta la fine di una storia d’amore.
3.Pacifico e Fossati – A poche ore. Una delle fortunate accoppiate della compilation; vecchio e nuovo si incrociano in una dolce ballata che tra ritmi elettronici e note di pianoforte, descrive l’amore.
4.Morgan – Non Arrossire. Brano di Gaber in cui il geniale Morgan si esibisce in una paterna interpretazione dedicata alla figlia. Siamo nella migliore tradizione melodica italiana!
5.Roy Paci & Aretuska feat. Grazia Negro – Un colpo di…. Il padrino si discosta dalla sua usuale verve ska con un piacevolissimo duetto che unendo il tema dell’amore e dell’ironia, esprime i caratteri dell’italianità che ci rendono più giustizia in tutto il mondo.
6.La Crus – Via con Me. Autore Paolo Conte. Veterani della scena indipendente italiana, con una versione personalissima di uno dei brani che sono nell’immaginario collettivo di tutti gli italiani.
7.Paola Turci – L’uomo di ieri. Malinconica ballata con un testo importante di una delle voci italiane più profonde
8.Luca Madonia e Mario Venuti – In santità… Brano pop raffinato, duetto tutto siciliano tra due ex DeNovo, band mito degli anni 80.
9.Subsonica – Lasciati. Bellissimo b-side, tratto da quello che da molti è definito il capolavoro dei Subsonica, band assolutamente originale e di sorprendente successo nel panorama underground italiano.
10.Alice – Atlantide. La cantante leggenda della storia della canzone italiana interpreta Francesco De Gregori. Uno dei brani più struggenti.
11.PGR – Alla Pietra. Autentici miti dell’indipendenza italiana e della positiva collaborazione con le major.
12.Bandabardò – Sempre allegri. Una delle band più amate dai giovani. Attenzione, tra gli autori di questo brano, c’è il premio Nobel Dario Fo.
13.Parto delle Nuvole Pesanti – L’imperatore. Un gruppo di musicisti tra cui Davide Van De Sfroos e Marco Messina (99Posse) si riuniscono per regalarci una bellissima danza tradizionale.
14.Umberto Sangiovanni – Si vedrà. Autentica perla, raffinata, testo poetico di uno dei migliori artisti italiani del momento, perfetto mix di mille generi, una genialata!
15.Finardi – Oceano di Silenzio, ssssh tutti zitti, parla la musica e si unisce con l’infinito. Non è retorica. Autore, Franco Battiato.
Con questo capolavoro indiscutibile si chiude il primo CD.

CD 2 Tracklist
1.Maroccolo e Donà – Meloria’s ballade, altra accoppiata di grande livello, musica e voce uniche in Italia.
2.Afterhours – Elymania scuote! Icone del rock italiano. Stimatissimi anche all’estero.
3.Verdena – Glamodrama. Intensissima. Icone non meno splendenti degli After, il popolo rock più giovane impazzisce per loro.
4.Pippo Pollina e Nada – I Fiori del Male. Il titolo è una citazione importante ma gli interpreti dimostrano di essere all’altezza. Tra gli artisti italiani più apprezzati all’estero.
5.Paolo Benvegnù – Il mare verticale. Uno dei brani più intensi, da uno dei talenti più originali dell’undeground italiano (ex Scisma).
6.Matmata – Sa il mio nome. Di grande impatto, bellissime soluzioni vocali. Piacerebbe molto ai Muse.
7.Persiana Jones – Brace For Impact. energia pura! si poga!!!
8.Deasonika – Il giorno della mia sana follia. Ecco una band di cui sentirete molto parlare in futuro. Grande talento.
9.Marta sui Tubi – Vecchi Difetti. Altra giovane importante band. La critica li adora.
10.Malfunk – Il dubbio. Una delle band italiane più estrose, in versione acustica.
11.Têtes de Bois – Io sono allegro, ospite d’onore Paolo Rossi. Provocatoria condanna dell’allegria superficiale.
12.Skandalo Al Sole – Non+. Altra band emergente tra le preferite della trasmissione Demo di Radio Rai Uno. Brano solare, di gradevole melodia e con un gran ritornello. Tromba ed arrangiamenti di Roy Paci.
13.24 Grana – Psiconauta, bellissimo testo, l’evoluzione della canzone napoletana
14.Bugo – Che diritti ho su di te. Riflessione sul rapporto di coppia, un must per questa compilation, pazzia o genialità? Se lo domandano tutti. E lui se ne frega.
15.Montefiori Cocktail – Picnic. Niente di meglio per chiudere. Una delle band più proiettate al mercato internazionale, con grande italianità.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close