Menu

Recensioni

Alec Empire – Futurist

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Provi un po' di vergogna quando hai finito. É sempre la stessa sporca storia.
“Futurist” di Alec Empire esce per la Digital Hardcore, che a quanto pare non è solo il nome di un'etichetta tedesca, ma è anche un vero e proprio genere, per il quale ci sarebbero tutti i buoni motivi per storcere il naso. Dalla parte che volete.
Perchè ci si aspetta quell'esagerazione di monotona grancassa digitalizzata ed elettronica a non finire.
E invece il progetto di Alec Empire è molto di più.
”I’m talking about the death of rock ‘n roll”, si parte così, con queste esplicite parole. Ma il rock non è morto, e anzi continua ad assorbire le più disparate influenze.
E infatti questo è un disco rock. Violento, energico, seducente, dove le più classiche chitarre distorte, si fondono ad elementi techno.
Il rock in chiave futurista. Almeno così sembra voler dire il titolo del disco.
“Kiss Of Death”, la traccia d'apertura, racchiude in sè tutto quello fin qui detto. Pura violenza rock'n'roll “sporcata” da industrial e techno.
É in “Overdose”, il pezzo migliore del disco, che si percepisce meglio il prezioso apporto di Nic Endo, presenza femminile dei fortunati Atari Teenage Riot, che riesce a corrompere la trascinante ed energetica violenza del disco, con dei più affascinanti tratti spiccatamente femminili.
Cosa che si ripete nelle successive “Gotta Get Out!” e Point Of No Return, che sembrano pezzi delle prime Hole, digitalizzati e “industrializzati”.
Sta proprio nell'”industrializzazione” il problema del disco. Troppo spesso l'overdose di stancanti sonorità/rumorosità industrial compromettono la buona riuscita del progetto. É il caso di “Night Of Violence”, troppo di stampo Nine Inch Nails, o “Make Em Bleed”, che si trascina stancamente, tra violente distorsioni ed elettroniche un po' strascicate.
Poi, resta il fatto che il disco è una bomba, che forse non esplode del tutto, ma i suoi bei danni li fa. Eccome.
É per questo che te ne vergogni. Ma non lo diciamo a nessuno.

Tracklist
1.Kiss Of Death
2.Night Of Violence
3.Overdose
4.Gotta Get Out
5.Point Of No Return
6.Vertigo
7.Make Em Bleed
8.Hunt You Down
9.Uproar
10.In Disguise
11.Terror Alert: High
12.XXV3

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close