Menu

SPOON RIVER, Napoli 12/05/05

Con questo Reportage dal Napul’@ degli emergenti Spoon River, Impattosonoro.it inaugura ufficialmente la nuova sezione Emergenti Live!, per dar spazio alle band emergenti anche durante le proprie prestazioni dal Vivo.
Suonate e Reportate, quindi

di Rosalba Volpe


Tutte le foto del concerto


Giovedì 12 maggio 2005 Napul@, Napoli

Ecco, come di consuetudine accade nei “rinomati locali napoletani”, che si “regalano serate” a gruppi più o meno validi QUASI ESCLUSIVAMENTE durante i giorni FERIALI…
E’ quello che è accaduto giovedì 12 maggio al Napul@, dove sono stati chiamati ad esibirsi gli Spoon River. Tutti un po’ con la paura che il locale potesse essere “spoglio” di gente, essendo un giovedì sera qualsiasi… Ed invece…
A gran sorpresa e soddisfazione il locale verso le 22.00 inizia ad animarsi e alle 23.00
inizia il live.
Gli Spoon River sono in cinque : Vittorio Romito (voce); Roberto Vagnoni (chitarra);
Piercarlo Cappelli (chitarra); Alessandro Mazzola (basso); Valerio Mensitieri (batteria).
Si dimostrano molto abili nel gestire la serata, affidata esclusivamente a loro (solitamente il Napul\@ organizza serate live con un minimo di due gruppi). Questo probabilmente anche per l’esperienza che già si ritrovano alle spalle. Il gruppo, infatti,
nasce nel settembre 2002, proponendo pezzi rock, in lingua esclusivamente inglese, passando da ballate a pezzi più energici.. Hanno all’attivo un demo autoprodotto “Prolugue”, con tre brani, registrato nel 2003 che li ha portati a partecipare alle selezioni regionali di “Arezzo Wave” e “Rock Targato Italia”. In più, il gruppo si è fatto le ossa suonando continuamente in diversi locali di Napoli e provincia e partecipando ad altre selezioni.
Questa sera gli Spoon River hanno dimostrato di saperci davvero fare. Sono carichi di
energia. La maggior parte del pubblico, che si accalca nei pressi del palco, ne è entusiasta
ed attenta all’ascolto dei loro brani.
Tra i pezzi che hanno proposto nel live, posso citare in particolare “Worms”, che, a detta loro, è stato il pezzo sul quale hanno puntato di più. Il gruppo ci propone anche due cover de “The Bealtles”: “With A little Help From My Friend” e “Come Togheter”. Ovviamente le cover sono totalmente personalizzate, ed è anche qui che viene alla luce il fatto che questi
ragazzi hanno personalità da vendere. Maggior calco al sound rock del gruppo è dato
soprattutto dai numerosi effetti usati dai due chitarristi (cosa che si può notare dando uno
sguardo alle foto).
La serata può ritenersi più che soddisfacente.
L’invito, dopo una piacevole serata come questa, va’ sia ai gruppi emergenti che devono cercare, per quanto possibile, di strappar una gran quantità di serate live ai locali, sia ai locali stessi di dare, per l’appunto, maggior spazio a tali gruppi emergenti… Ma mi ascolteranno mai?

Rosalba Volpe

Tutte le foto del concerto

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close