Menu

I MELT-BANANA tornano in Italia, a Bologna il 26 ottobre

unhip records e città del capo radio metropolitana
presentano

mercoledì 26 ottobre 2005

MELT-BANANA (da tokyo le leggende del noisecore ritornano a bologna dopo i trionfi del 2001 e del 2003, A-Zap records)
+ WITH LOVE (la storica formazione hardcorepunk di vittorio veneto presenta il proprio nuovo lavoro in uscita per l’etichetta americana GSL)

all’Officina Estragon, Via Calzoni 6h, Bologna
tel. 051/365825 e-mail: info@unhiprecords.com
ore 21.30 ingresso 8 euro

note biografiche:

MELT-BANANA

La noise rock band giapponese dei Melt Banana ha trovato maggiore successo in Europa e negli USA rispetto alla loro patria, ritagliandosi una fetta sempre più ampia di un pubblico trasversale che va dal punk all’avanguardia passando per il noise e l’hardcore. Anche se la loro musica risulta notevolvente differente da qualsiasi tipo di punk tradizionale, ne contiene però alcuni elementi ulteriormente estremizzati: voce stridula ed urlata, chitarre impazzite e brani lunghi un minuto e mezzo. L’unicità del proprio stile è data dalla voce della cantante Yasuko e dall’assurda velocità e lucida schizofrenia dello stile chitarristico carico di effetti del chitarrista Agata. L’intesità, la potenza e la velocità sono le caratteristiche che, specie dal vivo, lasciano qualunque ascoltatore interdetto e incredulo. Provate ad immaginare una incarnazione dei Boredoms
ancora più energetica! Agata e Yasuko si sono uniti alla bassista Rika nel 1992 senza mai trovare fino ad oggi un batterista “stabile”, e nel 1994 hanno firmato per l’etichetta inglese Chocolate Monk. La loro unica uscita per quell’etichetta “Cactuses Come in Flocks”, fu pubblicata in un primo momento solo su cassetta. Hanno poi firmato per l’affermata etichetta di Chicago Skin Graft per la quale hanno pubblicato “Speak, Squeak, Creak” nel 1994, seguito da “Scratch or Stitch” nel 1995, registrato da due maestri dell’avanguardia di Chicago come Steve Albini e Jim O’Rourke. La band ha poi fondato la propria etichetta A-Zap per la quale è uscito “Charlie” nel
1998, anno in cui uscì anche un live album per l’etichetta di John Zorn Tzadik. “Teeny Shiny” è seguito nell’autunno 2000, e “cell-scape” nel 2003. Oltre all’incredibile
intensità e furore delle loro esibizioni i Melt Banana hanno fatto breccia nel cuore di USA ed Europa grazie ai testi (in un peculiare inglese in stile stream of consciousness) e ai titoli dei loro brani, che riflettono una cultura pop giapponese con cui non si ha familiarità ma che risulta molto attraente per gli occidentali. Dopo i trionfi da tutto esaurito del 2001 e del 2003 i Melt Banana tornano a Bologna in coincidenza con l’uscita della raccolta di singoli “13 hedgehogs”, mentre è appena uscito anche lo split che li vede accoppiati ai Fantomas di Mike Patton, pubblicato dell’etichetta bolognese Unhip records.

sito del gruppo: www.parkcity.ne.jp/~mltbanan
sito dell’etichetta: www.a-zap.com

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close