Menu

Recensioni

If – In The Cave

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Play. La prima track,”Syd is back” mostra una matrice molto Hard rock,con chitarra distorta che accompagna con un classico giro sentito spesso e volentieri e che supporta una voce forse troppo ricca di riverbero e coretti azzardati.“In the cave” seconda track si apre con una tastierina di sottofondo accompagnata da una voce metallica e confusa per poi sfociare in una sorta di plagio Pink Floydiano scandita da un timpano e da pesanti note di basso.”Summer Breeze” supportata da un arpeggio di chitarra lascia libero sfogo alla voce,forse eccessivamente marcata che ricorda un qualcosa simile a Nick Cave che scimmiotta James Hetfield dei Metallica,forse solo un po’ più roca…Il tutto naturalmente accompagnato da un suono di tastiera troppo finto e poco curato…E’ il momento di “One way love”,che dopo un brevissimo intro si apre in una….samba?O qualcosa di simile…il tutto arricchito da coretti abbastanza brutti. Nell’insieme mi ricorda quelle tipiche canzoni da night club o da casinò,in cui tutti sono impegnati a fare altro piuttosto che prestare anche la minima attenzione alla band che suona…Sicuramente sarebbe azzeccatissima come canzone da Piano bar…L’hard rock trova nuovamente spazio in “Class Mates”,con tanto di vocina roca che incita un coretto alla Motley Crue…Sono sempre più perplesso…”An angel has opened wide the door to hell” ricorda i Dream Theater,ma con qualcosa di molto più triste e brutto,saranno gli arrangiamenti,sarà il pezzo stesso…Arriva il momento di “You”,e il tutto prende una piega ancora peggiore,ritornano gli echi tristissimi da Night Club,con tanto di vocalist che arricchiscono il tutto…Mi domando se non sia la registrazione di una serata in un club e già immagino il tristissimo personaggio dietro la tastierina che passa i midi…Troviamo spazio per “19 red rose” cavalcata stile Iron Maiden o giù di lì,che ha un non so che anche di Coheed e Cambria,sarà la voce…cmq questa rimane la canzone forse più carina ed accettabile dell’album…Grazie a “You know”, tra slap di basso e leggeri riff di chitarra,mi rendo conto di quanto questo cd passi inosservato e di quanto le canzoni si somiglino fin troppo tra loro,salvo rare eccezioni…
E il momento dell’ultima track ”dreams”
Ok mi vedo già,secondo dopoguerra,una sedia a dondolo e questa canzone che passa in radio,un leggero swing anni 50 che si conclude con la traccia rimandata al contrario…
Sinceramente “In The Cave” risulta essere un cd che scorre lento,forse troppo,nel lettore e che tra venature prog e suoni troppo finti(tastiere fra tutti) mi fa venire voglia solo di riporlo nella sua custodia e di lasciarlo lì…e scusate la franchezza…

Tracklist
Syd is back
In the cave
Summer Breeze
One way love
Class mates
An angel has opened wide the door to hell
You
19 red roses
You know
Dreams…

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close