Menu

Recensioni

Kedra – Demo 2005

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Un demo di quattro pezzi con testi in inglese presentati in un packaging poco curato: una semplice custodia con la scritta Kedra.
Il primo pezzo Over The End parte deciso con una chitarra grintosa stile nu-metal, che diventa stoppata nelle strofe per dar spazio alla voce… nel più classico degli schemi heavy metal.
Voce femminile decisamente melodica, un po’ alla Lacuna Coil, ritmica non di grande fantasia e suono gommoso di basso trattengono nell’incertezza il brano fino al ritornello dal tempo raddoppiato. Il bridge splappato prima del finale è incerto e forse di troppo.
Demons ha come caratteristica basso effettato che introduce le strofe in cui Elisa canta con voce filtrata che sembra arrivare da lontano, prima dell’esplosione di chitarra distorta e batteria decisa. Nulla di particolarmente innovativo, o che vada a toccare reminescenze artistiche d’autore.
Daydream si apre ottimamente col ritornello cantato da Elisa senza alcun strumento: “Now breath got its sense/ Time melted in light/ As I dissolve in you”. Il resto della canzone è il solito e ripetuto alternarsi di strofa svuotata e calma, contrapposta al ritornello aggressivo.
Il brano conclusivo, Night Fading, ha una sonorità vagamente Limp Bizkit in cui il cantato diventa quasi rappatto per poi tornare melodico nel solito ritornello che ha la velleità, probabilmente vana, di far pogare per l’impatto sonoro. Da notarsi un confuso stacco in cui basso e batteria si intrecciano in malo modo. Note lunghe e sufficientemente sostenute dalla voce sulla falsa riga degli Incubs.
La registrazione un po’ grossolana evidenzia suoni di batteria e basso pessimi, una chitarra dalla distorsione potente, ma dal pulito freddo e poco efficace, ed un cantato etereo e melodico che raggiunge tonalità alte, ma che ha il difetto di ripetere sé stesso in tutti i brani.
È possibile ascoltare i brani direttamente dal sito: www.kedra.it

Tracklist
1 Over The End
2 Demons
3 Daydream
4 Night Fading

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni