Menu

Recensioni

The Black Heart Procession – The spell

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Ed eccoci giunti ad una nuova tappa della processione del cuore nero, pronti ad affondare le mani nell'acqua scura di una giornata di pioggia, speranzosi che il cuore non ci abbia tradito, che non ci aspetti il sole dietro quelle nuvole dense, dietro quel cielo in tempesta. E così è…il sole non ci sveglierà.
Questo “The spell” parte esattamente come un disco dei Black Heart Procession dovrebbe partire: con un organo e una chitarra che ci guidano verso un nuovo viaggio nel dolore (“Tangled”) e verso un inverno senza fine, dove ogni finestra sembra chiudere dentro di se ogni luce, dove ogni strada sembra non avere fine e la solitudine essere l'unica compagna di questo camminare senza meta, pensando alle persone lontane (“The letter”) o a dove si è finiti (“Places”).
Con questo nuovo disco i Black heart procession continuano il loro viaggio dentro le inquietudini della vita, dentro le insicurezze ed i pensieri ricorrenti di cui abbiamo paura che si affacciano quando chiudiamo gli occhi, e lo fanno a volte con il loro tipico suono sinistro fatto per lo più di piano, organo e chitarra, ed a volte (come mai prima) lasciandosi andare ad inserti più elettrici e nervosi (“The replacement”, “The fix”) o con l'uso di suoni sempre scuri ma più sinistri (“The spell”, “Gps”).
Nel complesso si può notare una ricerca maggiore di qualche appiglio più melodico che però smorza veramente di poco l'atmosfera cupa dei brani che si mantengono quasi nello stile dei primi lavori della band, come se il gruppo avesse voluto prendere un po' le distanze dal precedente “Amore del tropico”, giudicato da molti il lavoro meno riuscito della band, obiettivo (ammesso che lo sia realmente) raggiunto solo in parte, infatti “The spell” comm sonorità si può collocare esattamente a metà fra i primi tre dischi ed “Amore del tropico”.
Un disco che convince ed affascina, come una carezza dopo aver pianto, mentre sei ancora immerso nel dolore ma ti senti quasi pronto a sperare di nuovo.

Tracklist
1- Tangled
2- The spell
3- Not just words
4- The letter
5- The replacement
6- Return to burn
7- GPS
8- The waiter #5
9- Places
10- The fix
11- To bring you back

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close