Menu

Recensioni

REZOPHONIC (Sugar /Warner Music Italia)

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Sono bastati pochi giorni in Africa per far nascere in Mario Riso il forte desiderio di urlare al mondo non tanto la propria indignazione, ma più semplicemente la consapevolezza di realizzare qualcosa di concreto.
‘Can you hear me?’ …’riesci a sentirmi?’ non è un grido di dolore, semmai un incitamento …‘diamoci una mossa’ che questo non è niente, solo un piccolo tassello del quale forse è meglio non vantarsi neppure troppo, una cosa da fare e basta.
Non c’è voluto molto dunque per Mario Riso, batterista storico nel panorama rock italiano e fondatore della tv satellitare RockTV, per dar vita a questo progetto: moltissimi amici musicisti hanno risposto senza esitazione alla sua chiamata ed è così che Mario insieme al grande amico e produttore Marco Trentacoste dei Deasonika hanno realizzato un album ricchissimo di spunti e di colori.
Rezophonic non è una semplice proposta discografica, ma una vera e propria iniziativa musicale ed umanitaria, con l’obiettivo di sostenere i progetti di AMREF per la realizzazione di pozzi nel Kajiado, una delle regioni più aride dell’Africa orientale.
Curioso forse, quando dico a me stessa che la musica è la linfa vitale per la mia esistenza, sapere che altrove l’ elemento che veramente ci permette di sopravvivere, l’acqua, è un vero e proprio privilegio: l’importante è rendersene conto (“offrire da bere a chi ha veramente sete “……).
E tutti gli artisti che hanno prestato la propria opera per la realizzazione di questo album ne sono pienamente coscienti.
Cosa ne è uscito dunque? Un bel disco, tutto qui, fatto con l’anima, col cuore, con le capacità tecniche e con testi che in qualche modo si collegano sempre al solito indissolubile interrogativo “Perché?” (‘Ho bisogno di trovare me stesso.. ho bisogno di capire… perché mi sento solo e pieno di risentimento’….).
Brani prevalentemente rock, ma non solo: il disco si apre con il pezzo cardine ‘Can you hear me?” (nel cd è contenuto anche il video clip) e subito fanno ingresso le voci prorompenti di Olly, Cristina Scabbia, Marco Crocci e GL Perotti.
Numerosi sono gli artisti che si susseguono nelle restanti 14 canzoni da Roberta dei Verdena, Max Zanotti, Omar Pedrini, Roy Paci, Giuliano Sangiorgi, DJ Aladin, DJ Ringo, Andy e Morgan dei Bluvertigo, Pau, Linea 77, Diego Mancino, Tullio De Piscopo …solo per citarne alcuni.

Il disco, pubblicato nel marzo scorso, celebra tra le altre cose i 20 anni di carriera artistica di Mario Riso ed ha visto la luce dopo circa 4 anni di lavorazione “Alcune canzoni sono nate nella mia cameretta – dichiara Mario – in periodi differenti degli ultimi 5 anni e risentono , come l'arte in generale , dei diversi stati d'animo che hanno accompagnato le mie serate….. spesso ci si libera dalle pressioni scrivendo parole….. nel mio caso liberarsi significa, spesso ,suonare una sequenza di accordi e di ritmo che mi regalano momenti di benessere impagabili !!! ebbene si!! la musica è una grande forma di egoismo ….per chi la compone e per chi l'ascolta…altre sono nate con la collaborazione di grandissimi Autori quali Max dei Deasonika, Pau dei Negrita , Nitto ed Emo dei Linea 77”
Lo spunto per realizzare questo album è arrivato dunque da molti inputs, ma in particolare dai diversi viaggi che Mario ha fatto in Africa “Ho avuto modo di andare in Africa più volte negli ultimi anni e tutto quello che ho respirato è…………… dignità , sorrisi e felicità di vivere………. pur non avendo nulla……neppure da bere !!! Questa è una lezione che mi porto dietro in ogni istante della mia vita ….Bisogna imparare a dare grande importanza alle cose che appaiono scontate !!!!”

Sensazioni dunque, bisogno di comunicare forse attraverso la musica e l’energia del rock non solo la propria rabbia, ma anche la voglia di fare qualcosa per dare speranza oppure semplicemente per esprimere la propria arte rivolgendola verso scopi differenti da quello che potrebbe sembrare il solito iter commerciale discografico: “la scena musicale rock alternativa è fatta da persone che hanno un cuore ed un animo grandissimo a dispetto dei luoghi comuni che ci vedono protagonisti nelle vicende legate ad alcool droghe e bestie di satana ….e voglio ringraziare personalmente tutti coloro che hanno partecipato a questo progetto ….e quelli che ci hanno creduto acquistando il cd….. farò in modo che i loro soldi ed il loro gesto arrivino a destinazione !!!”

Ecco il cast completo di degli artisti presenti nel disco:

William Nicastro, Olly (Shandon), Cristina Scabbia (Lacuna Coil), Marco Cocci (Malfunk), G.L. Perotti (Extrema), Maus (Lacuna Coil), Marco Trentacoste (Deasonika), J.L. Battaglion (Movida), Dj Aladyn, Jan Galliani (Settevite), Stef Burns, Tommy Massara (Extrema),Mana (Folder), Emo / Nitto (Linea 77), Roy Paci, DJ Jad (Articolo 31), Max Zanotti (Deasonika), Pablo Von Roitberg, Morgan, Roberta Sammarelli (Verdena), Fabio Mittino, Giuliano Sangiorgi (Negramaro), Stefano Brandoni, Andy (Bluvertigo), Marco “Garrincha” Castellani (Le Vibrazioni), Cesare Petricich (Negrita), Omar Pedrini, Nikki, Diego Mancino, Alessandro Ranzani (Movida), Max Brigante, Cocco (Ffd), Ciffo (Ffd), Joxemi (Ska-P), Mono (Ffd), Micky (No Relax), DJ Ringo, Lella (Settevite), Sem (Guilty Method), Michele Albè (Piks), Pier Gonella (Labyrinth), Patrick Djivas (P.F.M.), Andy”Trix” Tripodi, Pau (Negrita), Fefo Forconi, Ugo Nativi, Enrico Amendolia, Roberto Broggi (Guilty Method), David Moretti (Karma), Francesco Sarcina (Le Vibrazioni), Saturnino Celani, Fausto Cogliati, L'aura, Pino Scotto, Steve Angartal, Larsen, Coppolino, Ivan Lodini, Giovanni Frigo, Madaski + N.A.M.B., Davide Tomat, Silvio Franco, Tullio De Piscopo…e naturalmente Mario Riso.

Tracklist:
01. Can you hear me ?
02. Riso's Beat
03. L'uomo di Plastica (intro)
04. L'uomo di Plastica
05. I miei pensieri
06. I'm Junk
07. Alien
08. Qualcuno da stringere
09. Non ho più niente da dire
10. Spasimo
11. Black in Blue
12. Spaces and Sleeping Stone
13. Puro Incanto
14. Can you hear me ? RMX
15. Il Riso di Tullio

Bonus Can you hear me ? – Video Clip

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close