Menu

Recensioni

Andrea Liuzza – Countless Ways For Pressing Flowers

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Andrea Liuzza ha 23 anni e scrive e suona canzoni con una personalità e una maturità invidiabile.
Il suo “Countless ways for pressing flowers” è un disco totalmente autoprodotto.
I nove pezzi che lo compongono navigano tra il cantautorato, l'indie pop più raffinato e l'elettronica. Il tutto caratterizzato da ottimi giri di pianoforte e effetti sonori perfettamente incastrati con le melodie.
Il primo brano “Elephant Serenade” si apre come un freddo pezzo elettronico ma si trasforma dopo 37 secondi in un pezzo pop quasi perfetto, una ballata che fa venire in mente i primi Radiohead, ma dove comunque ogni sospetto di emulazione è pressochè inverosimile.
Passando per l'elettronica carica di effetti 'naturali' di “Running through the trees “, Fat, canzone triste e malinconica retta da un incredibile giro di pianoforte riesce ad ipnotizzare con la estrema intimità, sia nel testo, che nella musica.
I successivi pezzi sono pressochè strumentali, tranne la struggente “Another Song” e l'elettronica “Spell”, con quelle parole volutamente biascicate ad accompagnare l'inesauribile pianoforte.
“Countless ways for pressing flowers” ha l'invidiato pregio di risultare piacevole e intrigante per tutta la sua durata, visto e considerata anche l'inaspettato richiamo a band come Clouddead nell'indie-tronica “Ugly animal in the wood “ o ai The Books nella successiva “Valse de Schoenberg “.
Con la carezza strumentale di “Love”, si chiude uno stupendo demo, davvero, che spero possa consacrare Andrea Liuzza come volto nuovo del panorama musicale italiano.

Tracklist
1.Elephant Serenade
2.Running Trough The Trees
3.Fat
4.Spell
5.A Landscape
6.Ugly Animal In The Wood
7.Valse De Schoenberg
8.Another Song
9.Love

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close