Menu

Recensioni

Searching For – Promo 2006

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Nella scena romana ormai da quattro anni, i Searching For sono cresciuti nel tempo attraverso un percorso interiore che li ha portati ad essere quello che sono oggi: una band che sperimenta nuovi suoni e che riesce a comporre canzoni che vanno contro le tendenze del momento.
Partendo da sonorità tendenti all’emo-pop-punk americano, che caratterizzano un po’ tutte le bands della scena del centro Italia, i Searching For hanno infatti rivoluzionato negli anni il loro modo di fare musica, abbandonandosi a elementi compositivi più originali e che si distanziano di molto dalle classiche sonorità di tendenza ascoltate e riascoltate.
Dopo il loro primo demo “Pink Slip” (uscito nel 2003) decidono che è il momento di cambiare; cambiare suoni e ritmi, cambiare voci, e anche formazione. E’ così che dopo l’uscita dalla band del batterista Leo (ora nei Gaia Corporation) arriva Carlo a sostituirlo, e dopo di lui, entra il quinto elemento del gruppo: il cantante Stefano. Le notevoli qualità tecniche e artistiche di questi due elementi vanno a sommarsi a quella degli ormai consolidati due chitarristi Gigi e Giuseppe e del bassista Flavio. La formazione dei Searching For è ora al completo e tutti sono pronti a lavorare insieme per creare qualcosa di diverso, di nuovo e mai ascoltato, per crearsi una identità propria, che li possa rendere unici nel loro genere e non il clone di una qualche band americana. E’ così che abbandonano il palco per circa un anno e si dedicano solo allo studio di un nuovo sound, quello che li avrebbe resi ciò che sono oggi.
Questo progetto di rinnovamento e rivoluzione ha dato vita nel 2006 ad un demo di 4 tracce “Promo 2006” che si distanzia dalla cosiddetta scena emo-pop-punk romana che ci propone ormai solo copie di gruppi d’oltre oceano.
I loro pezzi sono un mix di un rock alternativo, un rock emozionale, suoni indie e dark; le melodie e i testi, profondi e ricercati, sono di un livello superiore rispetto a quello precedente della band e (oserei dire) anche superiore a quello della maggior parte delle bands della scena romana.
Il demo si apre con la canzone “Announced Departures”, un pezzo molto melodico e coinvolgente soprattutto nel ritornello orecchiabile, ma per niente scontato. Un pezzo in cui a livello musicale si riesce a creare una sintonia tra i vari strumenti e la voce davvero eccellente.
La seconda traccia “Question of Time” è una canzone lenta, la più dolce e tranquilla del demo, il testo è come al solito molto ricercato soprattutto nelle parole, profonde, che lo fanno sembrare quasi il testo di una poesia: (“I’m losing my mind still waiting a time to restart, and it’s not so simple living the everyday life, I’m having my dinner of dead proposes and trials, losing my time now…feeling your mind with my mind”).
“Under The Same Sun” è la terza traccia, orecchiabile e molto toccante, anche questa dal testo molto valido, forse l’unica con una vena vagamente malinconica (“There’s no one to love, no one to hate, no more to pray… and I’m thinking the life will be always the same…”), ma che all’improvviso esterna aggressività, non troppa però.
Quella (a mio avviso) migliore musicalmente e più originale del demo è però l’ultima traccia: “Forsaken”, che riesce ad amalgamare in essa suoni miti, costruiti sulla melodicità con quelli più aggressivi, in cui gli stop’n’go delle due chitarre, mai fuori luogo e mai esagerati, concordano perfettamente con una batteria adrenalinica e ricercata, con un basso sicuro, preciso e pulito e con la sempre azzeccatissima voce.
Ciò che da carattere ai Searching For come ho più volte ripetuto è sicuramente la voce del cantante, che oltre ad essere senza dubbio originale riesce a creare melodie orecchiabili ma mai scontate, ad essere dolce e aggressiva allo stesso tempo, con un equilibrio che non si spezza mai; e poi i giochi d’intreccio delle due chitarre, davvero particolari e che riescono a creare una sintonia perfetta tra di loro; ma la carta vincente di questa band romana è senza dubbio l’unione e la fusione delle qualità dei cinque componenti, diversi tra di loro, per gusti e interessi musicali, ma che riescono a sfruttare queste loro diversità in modo intelligente e produttivo, riuscendo a creare un suono innovativo e originale.
Non possiamo far altro, dunque, che aspettare il primo full-lenght di questa band, convinti che sarà valido almeno quanto questo ultimo demo, se non di più, e augurarci che sia arrivato per loro il momento di fare il tanto atteso e meritato “grande salto” nel panorama musicale italiano e perché no anche internazionale.

Tracklist
1-Announced Departures
2-Question of Time
3- Under the Same Sun
4-Forsaken

www.myspace.com/searchingforband

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close