Menu

Esce “Live Recorded Demo 2006” degli SHEENA per l’etichetta romana PETERAN RECORDS


PETERAN RECORDS

presenta:

SHEENA – LIVE RECORDED DEMO 2006

Dopo i buonissimi riscontri ricevuti dal primo lavoro (“Pet Sampler 01”, 5 band per mezz’ora di piacevole musica), la neonata etichetta romana Peteran Records ci riprova.
Ed è il turno degli Sheena, promettente band padovana alle prese con l’ampio e confuso panorama indie-rock, che vuol dire tutto e il contrario di tutto.
“Live Recorded Demo 2006” vuole essere un piccolo assaggio di ciò che si spera, sarà.
4 pezzi registrati dal vivo a privilegiare più la sincerità che una patinata cornice.

1.“La Ricomparsa di G”, il brano più diretto del disco, forte di una buona parte ritmica e di un cantato molto orecchiabile. (Luca Marcelli – ImpattoSonoro.it)
2.“Sunday Rain”, un piccolo malinconico gioiello strumentale, perfetta espressione delle domeniche in cui piove. 4 minuti senza voce che si inoltrano in territori post-rock, ma non solo. “Sunday Rain” in fondo è quasi una ballata, con le chitarre che si mischiano a formare delicate trame a tratti accompagnate da melodie quasi orientaleggianti e la batteria che sorregge il tutto con un incedere nervoso e quasi ossessivo. “Sunday Rain” è una ballata che esplode sottilmente, in punta di piedi, quasi a urlare sottovoce un’inquieta rabbia. Perchè la domenica, a volte piove. (Luca Marcelli – ImpattoSonoro.it)
3.“New Wave”, Un interessante e lungo intro strumentale costruito con elegante sonorità post-rock precede il cantato cupo dal quale scaturisce un’atmosfera quasi psichedelica (Luca Lanzoni – Dissenzoo Mag). é una canzone d’amore sofferto, sfregiato da un tradimento (“io che non ti ho tradita mai/ho smesso di sognarti già/qui in fondo mi chiedo perchè/amo il tuo tradimento in sè”) che per tutta la sua durata sembra accumulare tensione. Tutta scaricata alla fine, in una sfuriata in bilico tra certe sonorità no wave/noise e un pizzico di hardcore. Da ascoltare e da leggere, visto e considerato il bellissimo testo. (Luca Marcelli – ImpattoSonoro.it)
4.“Flux”, si accosta ai Verdena per il riff di chitarra, ma sulle strofe la voce viene fatta galleggiare in un’atmosfera noise-rock che sfocia quasi nel punk. Di ottimo impatto. (Luca Lanzoni – Dissenzoo Mag)

Un primo piccolo passo quindi, che verrà distribuito e promosso in Italia, in Europa e in America nei circuiti underground, o naturalmente presso la Peteran Records.
Tutto in formato cd-r, ovviamente…rapido, semplice e razionalmente alla portata di tutti e di tutte le immense idee.

Per chi volesse acquistare una copia del “Live Recorded Demo 2006” degli Sheena richiedete direttamente all’etichetta, contattandola all’indirizzo email

peteranrecords@alice.it

Il costo misero del cd-r artigianale è di 2 euro più dovute e non ricercate spese di spedizioni.

Peteran Records

peteranrecords.blogspot.competeranrecords@alice.it

Sheena

www.sheenarock.itwww.myspace.com/glisheena

Biografia Sheena
E’ una storia lunga e tortuosa, tortuosa si, quella che narra di Sheena. La scrivono, ci provano almeno, quattro baldi giovani, tre e allegri quanto basta per non essere morti. Vengono dalla provincia di Padova, dove la domenica piove e dove lo smog cittadino è motivo d’orgoglio. Perchè Sheena è Andrea(basso e voce), Fabio (chitarra e voce), Pil (chitarra) e Sgarbo (batteria e ornamentanza). Perchè non c’è un perchè, o forse non c’è motivo di cercarlo. é così e basta, sembra voler dire, niente. E poi capita che una stanza, nella più sperduta campagna dell’alta padovana, cominci a profumare di compensato e si riempia di aggeggi elettrici-elettronici che usati con una certa dose di correttezza producono, sembra strano, suoni. E anche un po’ di rumori. Ecco Sheena. Che svela fin da subito un certo animo punk, che in fondo non lascerà mai. E così ecco scriversi pian piano pagine di una storia tanto breve quanto ‘core’. é un aggettivo strano ‘core’, che Sheena non capisce poi troppo, tanto da lasciarlo un po’ per strada, anche e soprattutto quando arrivano i primi concerti. Quella storia così ‘core’ è ormai un po’ scomoda e poco leggibile. Sheena prende il volante e sterza, verso un’attitudine più indie, più alternative, più semplicemente rock. Che le etichette, in fondo, non fan piacere a nessuno. Testi in italiano e una forte dose di nozioni soniche da trasmettere. Equazioni matematiche da risolvere e tante influenze tra cui districarsi.
Sheena è sensibile.
Sheena è continuamente in conflitto con le cattive condizioni climatiche.

www.sheenarock.itwww.myspace.com/glisheenainfo@sheenarock.it

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close