Menu

Recensioni

Paolo Benvegnù – Le Labbra

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

La Pioggia Dischi – 2008

Songwriting

E’ sempre un approccio non convenzionale quello che si ha all’ascolto di Paolo Benvegnù. Sarebbe riduttivo stare a parlare di musica o di un disco puro e semplice. Ogni lavoro del cantautore è un’opera a 365°, una poesia che colpisce diritta, senza vie di mezzo. Ha quasi un approccio fisico, come può intendersi dal titolo del nuovo“Le Labbra”, disco che arriva dopo l’ottimo assaggio avuto nell’Ep “14-19”. Benvegnù qui sembra voler abbandonare le atmosfere jazzate dei precedenti lavori per migrare verso un palcoscenico decisamente più pop-rock, a partire già dal crescendo di “La Schiena”, pezzo che apre l’album.

E’ così che ogni goccia di te scava la mia schiena lentamente, con un ritmo costante… il racconto di un amore fisico, carnale, fatto di complici scambi e sublimato dalla condivisione di qualcosa di importante…come in Amore santo e blasfemo.

Il lavoro prosegue con La Peste, viaggio da un inizio quasi noise ad un’orchestrazione jazz, e continua con la ballata Il Nemico. Fra le atmosfere di Sintesi di un modello matematico, più rarefatte, elettroniche e sognanti, e il ritorno degli archi di Cinque Secondi, quasi discordanti dalla linea di piano, si arriva a 1784, chiusura dell’album.

Nel pezzo conclusivo torna tutta la fisicità nella finalità espressiva del cantautore bresciano.

Nei tuoi occhi i miei sogni esplodono…un classico esempio dell’ ipersensibilismo a cui siamo già stati ottimamente abituati da Benvegnù.

…poi diventi luce e illumini e non esiste nessuno che non possa vederti volare e sorridere sfiorando le parole, e nei tuoi occhi i miei sogni esplodono. L’epilogo perfetto per una storia d’amore perfetta.

Per un disco perfetto.

TRACKLIST

  1. La schiena
  2. Amore santo e blasfemo
  3. La peste
  4. Il nemico
  5. La distanza
  6. Interno notte
  7. L’ultimo assalto
  8. Jeremy
  9. Sintesi di un modello matematico
  10. Cinque secondi
  11. 1784

Download: La schiena
1784

Suona come: Marco Parente

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close