Menu

Unica e irripetibile data italiana dei GANG OF FOUR il 2 agosto a Pescara

GANG OF FOUR

!!! UNICA DATA ITALIANA !!!

Sabato 2 Agosto
Pescara @ Parco delle Naiadi

Special Guest della giornata saranno :
SANTO NIENTE
RED WORMS’ FARM
KILL THE NICE GUY
Vncitrici del prestigioso concorso Rock Contest di Controradio Firenze
CAT CLAWS
WINTER BEACH DISCO
SHIRT vs T-SHIRT (Partyzan dj-set)
FABRIZIO MAMMARELLA dj-set
+ Altri ospiti da annunciare

Apertura porte ore 17.00
Fino al 15 Luglio – Biglietto in prevendita € 14,oo + d.p.
Dopo il 15 Luglio – Biglietto in prevendita € 18,oo + d.p.
Ingresso il giorno del concerto € 22,oo
Prevendite abituali e circuito Ticketone (www.ticketone.it)
Vivaticket (www.vivaticket.it)
FNAC di Roma, Milano, Verona, Napoli.

L’atteso concerto dei Gang Of Four si terrà il 2 Agosto a Pescara, al Parco delle Naiadi.
Quella di Pescara sarà l’unica data estiva Europea dei Gang Of Four.
Oltre ai Gang Of Four suoneranno alcune delle principali realtà della scena indipendente italiana come il Santo Niente, i Red Worm’s Farm, i Winter Beach Disco e i Cat Claws.
Il tutto condito dalle ottime selezioni musicali di Fabrizio Mammarella (noto Dj e produttore dance abruzzese) e dal duo di Dj più folle d’Italia, Fabio Nirta e Robert-Eno (in arte Shirt vs T-Shirt) direttamente da Cosenza per delle selezioni indie-alternative (post punk, electro, new wave).

Dopo quasi trent’anni, tornano in Italia i GANG OF FOUR per una sola data a Pescara. Formatisi a Leeds (Uk) nel 1977, sono considerati la più importante band post punk inglese di tutti i tempi, protagonisti indiscussi della scena post punk e vicini a band come Stranglers, The Fall e Clash. La loro musica forfortemente influenzata tanto dal rock che dal funk, dal dub e dal reggae, è stata fonte di ispirazione per centinaia di band; dal funk punk dei primi Red Hot Chili Peppers, al crossover politicizzato dei Rage Against The Machine, e il post hardcore americano di Minutemen e Husker Du. King e Gill, cantante e chitarrista del gruppo, hanno inventato uno stile unico capace di durare nel tempo e proiettare i Gang Of Four tra le band più apprezzate e amate di tutti i tempi.

l loro primo singolo ‘Damaged Goods’ del 1978, arrivò al primo posto delle classifiche indie, fu molto trasmesso in radio anche da John Peel, il mitico conduttore radiofonico, che fece sostenere alla band due radio session, che con varie performance dal vivo portarono il gruppo all’attenzione del pubblico internazionale. Con la EMI nel 1979 hanno pubblicato il singolo ‘At Home He’s a Tourist’, che entrò direttamente nella TOP 40 inglese. Invitati ad apparire al programma BBC Top of the Pops, se ne andarono quando gli fu chiesto di cambiare alcune parole nei testi della canzone: infatti la versione originale di “At Home He’s a Tourist” era troppo sovversiva per quel programma. Così il singolo fu messo al bando dalla BBC, e di conseguenza i Gang of Four persero il sostegno da parte della EMI, che all’epoca cominciò invece a concentrarsi sui Duran Duran. Anche il singolo ‘I Love a Man in a Uniform’ fu messo al bando dalla BBC, durante la guerra nelle Isole Falkland nel 1982.

Nel 1984 durante un tour americano il bassiata Dave Allen fu sostituito da Sara Lee dei B-52’s, e solo pochi mesi dopo uscì dalla band anche il batterista Hugo Burham. Torneranno insieme solo per un brevissimo tour tra il 2005 e il 2006, per celebrare la pubblicazione della ristampa rimasterizzata del loro primo ambum ENTERTAINMENT.

Con questo, sono inseriti dalla prestigiosa risvista Rolling Stone nella lista dei 500 album fondamentali della storia del rock, sono una delle band più imitate degli ultimi due decenni. L’emergere di nuovi gruppi disco-punk e punk-funk come The Rapture, Liars e Radio 4 prima, e il successo, poi, di Kaisers Chief , Franz Ferdinand, Futureheads, Bloc Party e simili (tutti a vario titolo loro figli adottivi), ha portato la band alla pubblicazione nel 2005 del best of ‘Return The Gift’, che è entrato nella Top 40. ma non finisce qui, I GoF, sono stati fonte di ispirazione per personaggi ‘insospettabili’ Come Michael Stipe (R.E.M.), Flea (Red Hot Chili Peppers), Michael Hutchence (INXS), Bono (U2) che hanno dichiarato :

‘Gang of Four knew how to swing. I stole a lot from them.’– Michael Stipe (R.E.M.)
‘Gang of Four is the first rock band I could truly relate to… These limies rocked my world.‘- Flea (Red Hot Chili Peppers)
‘The early Gang of Four lineup made some of the greatest and most influential music of the last fifteen years.’– Page Hamilton (Helmet)
‘(They) took no prisoners. It was art meets the devil via James Brown‘- Michael Hutchence (INXS)
‘Hard, angular, bold… Andy Gill’s chin is the very black hole of ’90’s music we should have all disappeared into… if we had sense… a dimple atop the body politic, a pimple on the arse of pop. A Gang of Four metal guru, a corporation of common sense, a smart bomb of text that had me ‘at home feeling like a typist.”– Bono (U2)

Anche il Cinema ha omaggiato i GOF, prima inquadratura del film ‘Marie Antoinette’ di Sofia Coppola (2006). La regina di Francia, impersonata da una conturbante Kirsten Dunst, sorride allo spettatore, mollemente stesa su un triclinio. Il lusso patinato ed erotico della scena viene però sconvolto dalla musica fuori campo, è una pulsione martellante e nevrastenica. E’ un uomo che grida frasi come ‘non c’è fuga dalla società / la natura non c’entra niente / i vostri rapporti sono di potere / tutti abbiamo buone intenzioni / ma tutti siamo manovrati’. Sono i Gang Of Four.

La band ha da poco pubblicato un nuovo album ‘Second Life’ per la neonata Gang Of Four Recordings, del disco fanno parte inediti e reinterpretazioni dei loro classici. La band proporrà dal vivo il meglio del proprio repertorio ed un assaggio del loro nuovo album ‘Second Life’.

www.myspace.com/skinnyjeansforfatpeople

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close