Menu

A dicembre due imperdibili date italiane per i GOTAN PROJECT

INDIPENDENTE PRODUZIONI

presenta

GOTAN PROJECT

MARTEDI’ 2 DICEMBRE 2008
ROMA – TEATRO TENDASTRISCE
ingresso: 30 €

MERCOLEDI’ 3 DICEMBRE 2008
MILANO – ALCATRAZ
ingresso: 30 €

BIGLIETTI IN VENDITA DA MARTEDI’ 16 SETTEMBRE SUL CIRCUITO TICKETONE
E DA MARTEDI’ 23 SETTEMBRE SUGLI ALTRI CIRCUITI DI VENDITA

Per celebrare l’uscita del doppio album live che ripercorre la loro carriera i Gotan Project annunciano un tour europeo di poche, esclusive date che li vedrà in Italia per due straordinari concerti.

I Gotan Project non torneranno in Italia almeno fino alla fine del 2009.

Per tutti coloro che 10 anni fa avevano previsto che il successo dei Gotan si sarebbe limitato a lounge bar e passerelle questo disco arriva come una scossa elegante.

Il gruppo ha superato la prova del palco dimostrando che strumenti acustici e musica elettronica possono convivere e fondersi in uno spettacolo straordinario e rimanendo fedeli alla prima esigenza degli amanti del tango della Guarda Vieja : il ballo.

E questa è la musica della orgogliosa Buenos Aires : sembra che più il tango si professa tradizionalista e più si apre alla modernità, da Carlos Gardel a Anibal Troilo, da Astor Piazzola ai Gotan Project.

Sarebbe sbagliato negare a questo tango elettronico la sua appartenenza nella tradizione, visto che lo strumento che oggi ne è il simbolo, il bandoneon, è stato inventato nella seconda parte del 19° secolo, ben oltre la data di nascita del tango e soprattutto nella lontana Germania.

Philippe Cohen Solal, Eduardo Makaroff e Christoph H. Muller arrivano da vari luoghi e hanno capito da subito che il modo migliore per restare fedeli alle proprie radici è usare i piedi ; per muoversi, viaggaire o ballare : ecco perché il loro tango, sebbene indubbiamente nuovo, non intende fare tabula rasa del passato. E perché come tutti i musicisti sanno che la parola “rivoluzione” altro non è che “il ritorno al solito luogo”.

Sanno anche che la storia del tango è inseparabile da quella del cinema, che l’ha accompagnata fin dall’inizio.

La loro performance gioca col la vista e col suono per esprimere il dono della loro arte : memoria e anticipazione strettamente legate. Tra l’oggi e il domani questa performance non sceglie, perché il desiderio, proprio come il tango, non è altro che il rimpianto del futuro.

MARTEDI’ 2 DICEMBRE 2008
ROMA – TEATRO TENDASTRISCE
ingresso: 30 €

MERCOLEDI’ 3 DICEMBRE 2008
MILANO – ALCATRAZ
ingresso: 30 €

www.gotanproject.com

www.myspace.com/gotanproject

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close