Menu

Questa sera a Firenze gli ANIMAL COLLECTIVE

GIOVEDÌ 12 MARZO 2009 ore 21.30

VIPER THEATRE – Via Pistoiese/Via Lombardia – FIRENZE
www.viperclub.eu

ANIMAL COLLECTIVE

+ PANTHA DU PRINCE

animalcollective1C’è grande attesa per l’arrivo della band Animal Collective, che approda a Firenze sulla scia del successo di “Merriweather Post Pavillon”, il loro nuovo cd appena pubblicato per l’etichetta Domino e già considerato
uno degli eventi del 2009.
Il disco documenta una nuova tappa nella sintesi di mondi sonori e di emozioni, caratteristica della band ed è animato da sonorità elettroniche di grande fisicità, rumore bianco, echi della psichedelica, vocalità stralunate, tracce di minimalismo, ritmi techno a lá Detroit e soluzioni d’avanguardia, tenute insieme con maestria e creatività.
La band Animal Collective – nata nel 2000 dalla collaborazione di Dave Portner, Noah Lennox, Brian Weitz e Josh Dibbs – ha debuttato con il cd “Here Comes The Indian”, rivelando le sue tante ispirazioni, come l’attenzione per la forma della folk song legata alla tradizione americana, le nuove possibilità espressive della tecnologia più
avanzate, un approccio enciclopedico alla storia della musica giovanile, guardando anche a Syd Barrett e Brian Wilson.

Gli Animal Collective sono al centro di una scena particolarmente attiva e vivace, che conta anche sui differenti progetti solisti dei membri della band. La ricchezza della loro musica è restituita dalle prove degli Animal Collective in concerto, sempre pronti ad allargarsi per coinvolgere nuovi membri in una forma sonora contemporanea ed aperta.

Per il concerto di Firenze l’ospite di Animal Collective è il dj e produttore Pantha Du Prince, uno dei nomi più in vista della scena musicale elettronica di Amburgo. Pantha Du Prince mixa abilmente eredità e ritmi della techno di Detroit alla sensibilità d’oggi, e si è imposto con due cd di grande successo, “Diamond Daze” nel 2004 e “The Bliss” nel
2007, che ne sottolineano versatilità e talento.

Biglietti € 20,00

www.myspace.com/animalcollectivetheband


Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close