Menu

Kasher Sonoro

KASHER SONORO #1 : CARUSO

Primo gradino di una proverbiale e indipendente scalata dello showbiz, ecco Kasher Sonoro, rubrica di Impatto Sonoro alla scoperta delle più importanti novità nel panorama indipendente, emergente nazionale e non solo.

Kasher, nella lingua ebraica, è qualsiasi cibo ritualmente puro

Kasher sonoro non è altro che qualsiasi cibo-musica

ritualmente puro, ritualmente vero

a dispetto dei generi

a dispetto delle etichette

a dispetto delle mode

Kasher Sonoro è una rubrica itinerante alla scoperta di musica “saporita”.

Inoltre Kasher Sonoro collabora con Fatti Sentire, un programma radiofonico dedicato a tutte le novità dal mondo indpendente condotto da Ray Heffernan.
In onda tutti i giovedì sera su Punto Radio (ovviamente anche in streaming), Impatto Sonoro vi farà conoscere le più interessanti realtà del panorama emergente scovate con minuzia, orgoglio e sorpresa.

www.myspace.com/fattisentire

www.puntoradio.net

Volume #1: CARUSO

(a cura di Federica Folino G.)

caruso1L’artista a mio avviso è colui che esercita la propria passione, con particolare maestria ed empatia.

Gli artisti, indipendentemente dalle condizioni in cui si trovano nel presentare la propria musica riescono a trasmettere ed affascinare.

Queste conclusioni benché facili e scontate le ho però provate quando in un piccolo teatro del novarese si sono esibiti i Caruso. Band indipendente irlandese che ha da poco concluso il tour europeo per promuovere il primo album “The Watcher and the Comet”. Un album all’insegna del pop più puro, quello più etereo ma anche più introverso. Le loro canzoni sono piccoli gioielli che ti permettono di entrare in quella dimensione che sta tra il cielo, la notte, le stelle e il reale. Nei live dei Caruso c’è tutto quello che l’Irlanda riesce a nascondere per poi fare scoprire solo a chi realmente può apprezzare e non deturpare. Persino Freud definì gli irlandesi come l’unico popolo impenetrabile alla psicoanalisi.

Il live dei Caruso è un’avventura alla scoperta di una dimensione surreale tra le favole e la realtà. È come il miele che ti permette di addolcire un po’ l’amaro che tu sai comunque ci sarà.

Qualche domanda ai Caruso:

caruso2Perchè Caruso?
È una cosa terribile da dire… Io non conoscevo il grande Enrico Caruso fino a quando ho usato il nome Caruso per la mia band. Ma da quando ci chiamiamo Caruso io ho conosciuto e amo il grande Enrico Caruso.
Il nome: in Irlanda c’è una grande credenza nel misticismo celtico e una di queste dice che dovresti ascoltare il suono e la voce che viene. Un giorno ho sentito Caruso … e ho preso nota. È una storia strana ma molto vera! Il nome è stato portato dalla fortuna!

Che musica ascoltate?
Amiamo tutti i tipi di musica. Il mio cuore è per la musica tradizionale, specialmente per le melodie irlandesi. Tendo ad ascoltare musica immediata oltre a band e autori con grandi canzoni. John Lennon & Paul McCartney, The Smiths, Julianne Reagan di All About Eve, Jeff Buckley, Neil Finn, Wayne Hussey i nomi, ma anche molti grandi scrittori irlandesi. Insomma più parole che musica questo lavoro poi porta alla melodia!

Se ci fosse la possibilità di chiamare un produttore che voi vorreste si occupasse del prossimo album?
Steven Street o qualche grande produttore Hip Hop!

caruso3Quanto l’Irlanda influenza la musica dei Caruso?
Il nostro paese ha un’ enorme influenza sulla nostra musica. Moderna e tradizionale. Irlanda è passato tanto quanto presente. C’è suono ed energia… non accenno l’Atlantico! Una grande influenza!

Pensate ci possa essere un posto dove poter trarre influenza per la vostra musica diverso dall’Irlanda?
Si, penso sia importante avere diverse prospettive. Avere diversi input di energia per le tue canzoni e per le esperienze. Questo può essere ottenuto solo con le esperienza di altre persone tanto quanto di altri posti. Tutte queste cose hanno influenza sui brani sulla musica cosi come l’Irlanda. L’Irlanda è il cuore dell’esperienza il posto dove l’abbiamo formata. Quindi direi si, esistono altri luoghi. Per esempio… Monster è stata scritta in Australia e in altri posti non avrei mai potuto scriverla!

www.caruso.ie

www.myspace.com/carusoie

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close