Menu

No more Honey: la My Honey Records chiude i battenti.

Riceviamo e pubblichiamo:

etichetta_my-honey-records_29102007163019Dopo cinque anni, una ventina di dischi prodotti, decine di tour organizzati chiude i battenti la my honey records.
Non so dirvi se si tratta di una chiusura definitiva o temporanea, ma nei prossimi anni non ci saranno più uscite discografiche per l’etichetta dell’ape. Chiudiamo perchè in questi ultimi periodi è mancato quell’entusiasmo che aveva sempre contraddistinto le nostre produzioni. Si chiude in punta di piedi come avevamo iniziato; si chiude delusi dall’attuale situazione della musica in italia. Stanchi e disillusi preferiamo fermarci qui, consapevoli di non aver cambiato la storia della musica ma sicuri di aver realizzato dischi che hanno fatto battere forte il cuore a tante persone.
Forse ci sarà un nostro canto del cigno, una compilation in stile “Let it Bee” o un ultimo concerto (data probabile 20 settembre)
Rimarrà attivo il sito, lo shop e forse anche il myspace e gli altri social network.

Un ringraziamento speciale va a tutte le band che hanno inciso per my honey e a tutte le persone che mi hanno aiutato/supportato (sopportato?) in questo progetto:
Alessandro Paderno per il fondamentale aiuto.
Alessandro “Asso” Stefana perchè mi ha trasmesso la passione per la musica.
Fabio Benni e i Le man avec les lunettes perchè tutto è iniziato da voi e dalle vostre bellissime canzoni.
Frida e Anna Vermina (Rough Bunnies) perchè sono pazze e nessuno scrive canzoni belle come le loro.
Nicola Donà e i The calorifer is very Hot! perchè sono fighissimi e sono le persone migliori del mondo.
Germana Bargoni e le Mange-Tout perchè fate le cose con passione e con ottimi risultati.
Federico Testa e i Tiger Tiger! perchè siete fantastici e riuscite a stupirmi ogni giorno.
Paolo Torreggiani e i My Awesome Mixtape perchè siete una bomba.
Babtiste Motenai e i Jordan perchè spaccate.
Ragnhild Hogstad Jordahl e Soda Fountain Rag perchè è sempre una gioia sentire una vostra nuova canzone.
Robert Svensson e i Mixtapes and Cellmates perchè siete tra i pochi che riescono ancora ad emozionarmi.
Giovanni Ferrario dei Micevice perchè è una persona che ha dato tantissimo alla Musica.
Simon Lancaster e i Mutt Ramon per le sue melodie e il suo humor inglese.
Tutte le band e le persone coinvolte nella splendida compilation “Let it Bee”.
Enzo Baruffaldi (polaroid blog) e Lucio Pellacani per aver sempre sostenuto my honey e la buona musica.
Giuseppe Bottero e Kirsten’s Postcard perchè ha delle grandi idee ed ha sempre le parole giuste.
Mireille Torri per i biscotti al miele, le torte e perchè abbiamo passato dei bellissimi momenti insieme.
Alice Salvalai e Paola Bonfardelli perchè è sempre un piacere vedervi ed avervi coinvolte in questo progetto.
Franco Spelorzi perchè è lui il vero apicoltore.
E poi in ordine sparso Salvatore e tutti quelli di Indiepop.it, Silvia Martina e Carlo di Slowfood (e di Bra!), Aurelio e la Ele di Black*Kitten Records, Enrico “Enver” Veronese, Jean-Luc Stote, Jonathan Clancy, Elisanna, i ragazzi di LentiEventi di Roma, Adino @ Morya, Silvia-Anais e i ragazzi del Mattatoio, Paola Parenti, Luca Zoccheddu, Roque Ruiz, Toshiko Matsumoto, Sandro e Carlo e gli altri di rockit, Marina P. & Vitaminic.it, Matteo B. Bianchi, Antony Harding, Hiroho, Marco Franzoni, gli Scisma, Francesca Amati, Barbara Tomasino, Arturo Compagnoni, Michele Pinto, i blogger e i dj che hanno sempre promosso le nostre iniziative: Tommy/LazySundays, Federico Pirozzi e Ambrina Porcedda, Nur/Frigopop, Marcello/KitchenDoor, Mark Zonda/SevenSundays, Robbie/Airpop, Gigi/SoundVerité, Andrea/OnRepeat, Subliminalpop, SciampagninoTonight, Casey/MilkMilkLemonade.
Sicuramente dimentico tantissime persone (scusatemi!) ma la memoria non è mai stata il mio forte, grazie a tutti, davvero. E’ stato bellissimo, ma ora è finita, lo dicono anche i pavement, quindi è vero.

I was dressed for success
but success it never comes
and I’m the only one who laughs
at your jokes when they are so bad..
..we’ll be waiting, waiting where
everything’s ending here

(Pavement – Here)

Paolo Spelorzi
My Honey Records

www.myhoney.it

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close