Menu

Recensioni

Vittorio Cane – Secondo

2008 - Innabilis
pop/alternative/songwriter

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Introduzione
2. Ci Proverò (feat.Mao)
3. Cascafaccia
4. Torno su
5. Domenica
6. Dipendente
7. Mille
8. Intervallo
9. Ci credo ancora
10. Spersi
11. Ti do qualcosa
12. Quassù
13. L'Ermetico
14. Around
15. Conclusione (feat. Remo Remotti)

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Questo Vittorio Cane è veramente una gatta da pelare.
Ho dovuto ascoltare l’album “Secondo” più volte per poter scrivere qualche parola a riguardo.

Particolare è particolare. I riferimenti di un certo tipo di cantautori sono sempre quelli: Bugo, Rino Gaetano, Battisti.
E quello che colpisce di più è il timbro vocale.
Riconoscibilissimo. E questo un grande punto a suo favore.
Stonato? Forse, ma è una stonatura sfruttata a fini espressivi.

Qualche volte richiede qualche sforzo stoico, ma il cantautore in questione ha una poetica valida e il suo modo di cantare è perfettamente in linea con i testi, altamente stralunati e vagamente non-sense.

Arrangiamenti minimali, con una chitarra sempre presente come accompagnamento alla voce.Loop sintetici di batteria, contrappunti svolazzanti e un impasto sonoro degno del disco Lo-fi più ben fatto.

La battuta più scontata che si potrebbe fare sarebbe: Vittorio, sei un cane!
Ma non è così, questo cantautore ha il suo perché e anche la mimica facciale sfoggiata nei videoclip (alcuni in rotazione su importanti network televisivi), è perfettamente in linea con l’intero progetto.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close