Menu

AIDORU: doppio appuntamento a Roma, il 17 e 18 febbraio

MERCOLEDì 17, BEBA DO SAMBA ore 22.30

“ZODIACO ELETTRICO” AIDORU performs KARLHEINZ STOCKHAUSEN’S TIERKREIS

GIOVEDì 18, ANGELO MAI ore 22.00

PRESENTAZIONE DEL NUOVO DISCO “SONGS CANZONI – LANDSCAPES PAESAGGI”

Grazie alla collaborazione fra l’ANGELO MAI e il BEBA DO SAMBA, il gruppo cesenate Aidoru si ferma a Roma per due serate, durante le quali presenterà il progetto nato dalle partiture del Tierkreis di Stockhausen e il nuovo album “Songs Canzoni – Landscapes Paesaggi”.

Lavori nei quali il gruppo sviluppa un proprio linguaggio infrageneri come “quartetto cameristico elettrico” (Vittore Baroni – Rumore). Lavori rivolti all’esplorazione di nuove forme musicali e comunicative all’insegna della contaminazione fra musica contemporanea e rock.

“Esistono coscienze musicali per cui una versione di Tierkreis di Stockhausen come quella degli Aidoru è oggi la migliore possibile. La malattia mortale che affligge la musica accademica contemporanea può essere curata con dosi non omeopatiche di suono rock, senza che questo voglia dire compiacenza sociologica o allegro pluristilismo, perché piuttosto deve concretizzarsi in duro scontro/incontro, integrazione sintetica radicale. Solo allora la sintesi è felice.” (Stefano Lombardi Vallauri – IULM, Milano)

“Il mondo è troppo ricco di sfumature, emozioni, visioni e colori per rimanere immobili e non coglierne ed amarne la poesia che vi trema all’interno.

Songs Canzoni – Landscapes Paesaggi è il chiudere gli occhi e l’abbandonarsi a questo limbo, è l’attimo seguente al donarsi completamente al mondo – urbano e naturale – e alle sue infinite manifestazioni. Un rapporto dialettico in cui l’anima non solo assorbe ciò con cui entra in contatto ma lo trasforma, lo rielabora, lo filtra umanamente: poesia della natura e poesia dell’uomo, nello stesso linguaggio, negli stessi suoni. Pur trattandosi di un album strumentale, i versi della natura e della città divengono quasi ascoltabili, tangibili nella purezza attraverso cui i loro suoni si intersecano e si dipanano; distensioni ambienta-li, sperimentazioni concrete, frammenti noise e un languido rock strumentale si rincorrono nel perenne manifestarsi di uno stile poliedrico e maturo, in cui sperimentazione ed emozione sono due vie tanto diverse quanto intrecciate nello stesso, inestricabile nodo poetico: colpire e commuovere, stupire e toccare il cuore nel suo antro più remoto. Songs Canzoni – Landscapes Paesaggi è un lavoro che ripone il proprio nucleo in una ricerca artistica profondamente radicata ma mai eccessiva, mai ingombrante, mai autocelebrativa e intellettualoide: tutto va ascoltato ed assorbito come se si trattasse di un vero e proprio reportage della natura, come se fossimo immersi in un dipinto a cavallo tra impressionismo ed espressionismo, sospeso tra sommessi ritratti della dolcezza naturale e lesue più robuste distorsioni. Impeccabile nei testi (ad opera di Roberta Magnani) che arricchiscono il cofanetto, oltre che nella produzione e in una fase compositiva che denota una maturità inconfutabile tanto nelle melodie quanto negli arrangiamenti.” (Paolo Bellipanni – Rockline)

www.aidoru.org

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close