Menu

Recensioni

Eva Mon Amour – La Doccia Non É Gratis

2010 - 29 Records
rock/alternative

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

La Doccia non è Gratis è un album molto moderno.

Gli Eva Mon Amour hanno un loro preciso sound, suonano a modo loro insomma. Rimangono coerenti per tutto l’album, con alcune sensibili variazioni di genere, ma non di attitudine.

Ascoltando l’album per intero si assapora questa loro tendenza “blueseggiante” alla Beck, e alcune volte si  nota qualche debito nei confronti della nuova scuola cantautoriale italiana, Dente fra tutti, o come in Potrei Limitarmi, che cita musicalmente , o almeno la ricorda, Casalingo di Bugo. La musica degli Eva Mon Amour magari non è particolare, ma è di certo ben ragionata (specialmente nei suoni), molto ritmica, lineare e a volte assolutamente piacevole. Purtroppo in un paio di canzoni il cantato è quasi retorico, tanto da sembrare uscito dalla colonna sonora di un film per adolescenti, ma per fortuna qualche ingenuità non intacca la qualità dell’album.

La mia preferita è sicuramente Prometto, decorata da un meraviglioso “ping pong” in stereo fatto da martellanti rumori plastici. Bellissima anche Ore di straordinario, dove, al di là di un bel testo, compare un cantato “scat” degno del maestro Paolo Conte.

I testi sono molto interessanti, qualche volta baciati in bocca da un po’ di sano nonsense : ad esempio si parla di un cane perso a poker, senza assolutamente far capire di cosa si tratti, di metaforiche docce a pagamento e ancora una meravigliosa “Che idea uscire di mercoledì a cercare sigari”.

Tutto sommato lavoro molto piacevole,  che profuma di strada, kebab e computer, bel ritratto di questo periodo storico, forse però dipinto senza l’ironia necessaria.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close