Menu

Recensioni

Deian e Lorsoglabro – Deian e Lorsoglabro

2009 - Snowdonia
pop/songwriting

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Che ci vuoi fare?
2.L'occhio più grande che ho
3.Danno permanente
4.Lei non sa chi sono io
5.Big bang
6.Nonostante i lampioni
7.Paura
8.Il poema del becchino
9.Medio
10.Una bella novità
11.I am the tonno
12.Un giorno d'inverno

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Deian Martinelli è un cantautore torinese al suo esordio discografico. L’album ha un solo pregio: è bellissimo. Le dodici tracce che lo compongono sono un susseguirsi di testi intelligentemente ironici e introspettivi, sostenuti come la statua del santo, in ogni processione che si rispetti, da Lorsoglabro con musiche piacevoli, che sanno valorizzare parola per parola le belle canzoni che accompagnano, riuscendo a non entrare mai, se non con delle goliardiche corna, nel primo piano. C’è da dire però che Deian dà sicuramente il meglio di sé accompagnato dal solo pianoforte, risultando intenso e mai pesante.

L’amore di Deian è un amore svuotato di significato, come la buccia dei pomodori nella pasta, che diventa quasi una malinconica parodia (nel senso etimologico di imitazione) di un pensiero amoroso: “La luna è così bella, nonostante ‘sti cazzo di lampioni”. Oppure  “Ho un bel vestito bianco per la mia grande occasione, ma lei non è arrivata mai” o ancora “ Lei non sa chi sono io, e forse non lo so neanche io”. È fondamentale la dimensione del gioco:  gioco di parole e gioco infantile: significante e significato iniziano di colpo a limonare, lasciando le mani libere per applaudire Deian.

Le canzoni di Deian e Lorsoglabro sono fumettistiche, precisi fermo immagine in scala di grigio, un modo intelligente di canticchiare per comprendere meglio quello che c’è dietro a un testo. Se ascoltate quest’album vi assicuro che lo imparerete a memoria.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close