Menu

OWEN PALLET: a dicembre in Italia per tre date

OWEN PALLETT


06 dicembre 2010 – Roma – Circolo Degli Artisti

07 dicembre 2010 – Ravenna – Bronson

08 dicembre 2010 – Milano – La Casa 139
Ingresso 12 euro + d.p.

Reduce dal grande successo ottenuto con l’ultimo e atteso album Heartland, Owen Pallett, meglio noto con il moniker di Final Fantasy, arriva in Italia per tre date fresco dell’uscita del nuovo EP A Swedish Love Story, trionfo di melodie pop ed emozioni gioios, uscito per la Domino /Spingo il 28 settembre.

Dopo l’ottimo ‘He Pous Clouds‘ (2006), ancora presentato con il il moniker di Final Fantasy, Owen Pallett, prolifico polistrumentista canadese, ha pubblicato dopo 4 anni di annunci e rinvii il primo album con il suo vero nome: Heartland‘. Nella realizzazione del disco Pallett, che già nei live ha dimostrato di poter fare cose grandiose con un solo violino, si è avvalso della collaborazione dell’Orchestra Nazionale Ceca dando vita ad un lavoro visionario e affascinante.
L’album, registrato in un arco di tempo di 9 mesi in parte negli Usa, in parte a Praga e a Reykjavik negli studi dei SIGUR ROS, si avvale della collaborazione di Jeremy Gara batterista degli Arcade Fire ed è stato missato da Rusty Santos, già al lavoro con Panda Bear.

Heartland è un’opera musicale assolutamente unica e originale, la cui composizione oscilla tra la musica militare del diciannovesimo secolo, il synth-pop analogico anni 70 e il futurismo russo; un album composto da 12 brani densi e concisi, influenzati dalle tradizioni del pop, basati su un un unico concept narrativo e suonati da un’orchestra. IL risultato è uno straordinario lavoro che esprime tutta l’emozione, il calore e l’ambizione artistica di Owen Pallet.

Pallett si è occupato anche degli arrangiamenti per orchestra di numerosi album fondamentali degli ultimi anni tra cui Neon Bible degli Arcade Fire, Yellow House dei Grizzly Bear, The Flying Club Cup di Beirut, The Age of the Understatement dei The Last Shadow Puppets ed è stato impegnato nella scrittura di parti orchestrali per l’album Yes dei Pet Shop Boys e per The Boy Who Knew Too Much di Mika.

www.owenpalleteternal.com

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close