Menu

Tornano i CROCODILES: in Italia per tre date ad aprile 2011

I CROCODILES tornano in Italia dopo il grande successo di critica e pubblico del nuovo album ‘Sleep Forever’
(pubblicato in Italia da Goodfellas / Fat Possum).

‘Sleep Forever’ uscito alla fine del 2010 è stato prodotto da James Ford dei Simian Mobile Disco.

‘Sleep Forever’ è il secondo album dei californiani Crocodiles. Il nuovo album della band di Brandon Welchez è stato pubblicato su Fat Possum, come il precedente ‘Summer of Hate’, e registrato da un nume tutelare della produzione come James ‘Simian Mobile Disco’ Ford (colui che ha definito i sound di Klaxons, Florence and the Machine e Arctic Monkeys).

Il ritorno dei Crocodiles è quanto di più sorprendente possa riservare la stagione. Sull’onda dell’hype scatenato dalla pubblicazione del debutto, arriva un album caratterizzato maggiormente da una vena sperimentale e psichedelica. I Crocodiles del 2010 più che avvicinarsi al rumore bianco dei Jesus & Mary Chain guardano oltre i loro orizzonti approntando un viaggio nel tempo e nello spazio verso il periodo nuggets americano e krautrock tedesco.

Brandon Welchez che vanta trascorsi hardcore nella band The Plot To Blow Up The Eiffel Tower (Revelation Records) ci tiene a ribadire come la musica rappresenti una via di fuga, oltre che un’inedita prospettiva sociale lontano dai bulli di periferia, strade del vizio e dalla diffusa omofobia.

Brandon non è certo uno che dimentica, durante un breve passaggio in casa nostra ha avuto modo di unirsi agli italiani Smart Cops per una scoppiettante rivisitazione di ‘Police Story’ dei Black Flag (live feat. Brandon Welchez http://www.youtube.com/watch?v=5CNvJs3FLbQ). Ma l’universo è necessariamente cambiato e con il sodale Charles Rowell (chitarra dei Crocodiles) il punto di comunione è rappresentato dal wall of sound di Phil Spector (con particolare attenzione per i gruppi vocali al femminile), dal post-punk britannico e dallo shoegaze.

L’esordio ‘Summer Of Hate’ ha permesso ai Crocodiles di aprire fortunati show in compagnia di stelle del firmamento underground come gli Holy Fuck e i the Horrors. Questa sferragliante miscela di ritmi proto-disco e chitarre garage, deve aver anche stimolato l’appetito dei nostalgici di Madchester, ma sicuramente ha colpito nel segno, quando l’album ha raggiunto James Ford deux ex-machina di Simian Mobile Disco. E’ stato così che in uno slancio di puro affiato creativo i due Crocodiles si imbarcano con il nuovo ingegnere del suono nel deserto del Mojave in California (esattamente a Joshua Tree), per dare un successore al tanto chiacchierato debutto. ‘Sleep Forever’ è un cambio di rotta apparentemente radicale. Un eterno beat motoriko – e qui c’è tutto l’amore per i Neu! – sul quale si insinuano chitarre minimali e riverberi d’annata, organi vintage e voci spaziali, questa la cartolina lisergica inviataci dai Crocodiles.

Ora come non mai uno dei possibili scenari futuri del rock’n’ roll.

CROCODILES(us)

Giovedì 31 Marzo 2011 – Roma, Circolo degli Artisti

Venerdì 1 Aprile 2011 – Milano, London Loves c/o Plastic

Sabato 2 Aprile 2011 – Torino, Loser c/o Spazio211

www.myspace.com/crocodilescrocodilescrocodiles


Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close