Menu

Recensioni

Caso – Tutti Dicono Guardiamo Avanti

2011 - Que Suerte!/Klasproduction/In Limine/Fumaio
folk/songwriting

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Primo discorso diretto
2. Fiato corto
3. Dimmi qualcosa in silenzio
4. Hopper
5. Balena bianca
6. Zero indietro
7. Secondo discorso diretto
8. Aranciata amara
9. Ripasso dei fondamentali

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Figlio legittimo di quella famigerata leva cantautoriale degli anni Zero, Andrea Casali, in arte Caso, un passato da batterista nella scena hardcore-punk del bergamasco, lascia la parte posteriore del palco per spostarsi, chitarra, voce e poco altro, sotto i tiepidi riflettori di una proposta solista, minimale, convinta e quantomai convincente.

A metà tra folk e punk, tra un Vasco Brondi meno intellettualoide e degli Zen Circus meno sfacciati, “Tutti Dicono Guardiamo Avanti” è un racconto intimo e generazionale al tempo stesso.
Senza l’utilizzo della scomoda prima persona plurale, in una sorta di su e giù sul ponte sottile e sbilenco del collegamento tra il cantautorato da cantina (o da cameretta) e il gusto più squisitamente pop di un singolo radiofonico à la Perturbazione, Caso coinvolge con un’introspezione che, lungo le 9 tracce, non si perde mai in anonimi intimismi o in racconti troppo personali.
Anzi, “Tutti Dicono Guardiamo Avanti” suona di tutti e per tutti, della storia e per la storia di ognuno di noi, per chi ha provato e si è scontrato con il far musica propria (“Aranciata Amara”), per chi è stato tradito da un amico (“Ripasso Dei Fondamentali”), per chi ha subito il colpo di una relazione che finisce (il duo “Discorso Diretto”), per chi la periferia la sa vivere sempre, comunque e nonostante tutto (“Fiato Corto”, “Dimmi Qualcosa In Silenzio”).

Al di là delle opinioni contrastanti sulla limitatezza o meno del dualismo e del semplicismo voce/chitarra, sul fatto che si tratti di musica di nicchia, di merda o di quel che sia,“Tutti Dicono Guardiamo Avanti” è un disco onesto, sincero e soprattutto emozionante, capace di svegliare l’attenzione, di riattivare ricordi e di regalare canzoni da cantare a squarciagola.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close