Menu

Recensioni

This Will Destroy You – Tunnel Blanket

2011 - Suicide Squeeze Records
post/rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Little Smoke
2. Glass Realms
3. Communal Blood
4. Reprise
5. Killed the Lord, Left for the New World
6. Osario
7. Black Dunes
8. Powdered Hand

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Oscuro, lento, glaciale e maledettamente poetico: il ritorno dei This Will Destroy You non riuscirà a passare inosservato.

Il quartetto texano riesce a spiazzare tutti, slegando uno ad uno gli stretti canovacci che lo tenevano imbrigliavano ad un sound canonicamente post-rock. “Tunnel Blanket” propone una nuova  strada percorribile, esplorando territori musicali che fino ad oggi erano stati evitati con cura, delineando così i nuovi contorni di un sound e di un genere musicale che oggi non ha più senso di esistere. Il filone post-rock non è morto, si è semplicemente esaurito, perché le sue dinamiche sono diventate con eccessiva rapidità attuali: giorno dopo giorno viviamo esperienze “post” e la musica, specchio fedele della vita, non fa altro che evolversi, annientando i generi precostituiti e rimodellandone altri, a nostro gusto e piacimento.  Quando la realtà seppellisce (e in certi casi pure supera) qualsiasi immaginabile accezione “post” ebbene signori, inevitabilmente arriva il momento di mettersi in discussione e pensare ad un futuro nuovo e perché no migliore. I TWDY ci provano mettendoci del loro, rimodellando i contorni di un sound innovativo e per certi versi spiazzante: otto tracce lente, ipnotiche, malinconiche ed oscure, ma non per questo non godibili. “Tunnel Blanket” è la malattia che tutti vorrebbero avere, si attacca inesorabile alla pelle, con dolcezza, senza lasciare traccia di ferita: gemello oscuro del bagliore, partorito a suo definitivo completamento, a tratti poetico, a tratti rumore.
Nessuna parola, solo suoni, nessun coro, solo atmosfera, nessun canovaccio tipicamente rock, solo comunicazione, assoluta ed assordante.

Se “Little Smoke” vi  stordirà con la sua eterna ed ipnotica sfuriata finale, sappiate che state assistendo all’eccezione e non alla regola: per il resto, lasciate che “Tunnel Blanket” si prenda cura di voi, con molta calma.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=XBjm1IuQdMA[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close