Menu

Recensioni

The Strokes – Angles

2011 - RCA Records
rock/indie

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Machu Picchu
2. Under Cover Of Darkness
3. Two Kinds Of Happiness
4. You’re So Right
5. Taken For A Fool
6. Games
7. Call Me Back
8. Gratisfaction
9. Metabolism
10. Life Is Simple In The Moonlight

Web

Sito Ufficiale
Facebook

La band di Julian Casablancas torna a far parlare di sé dopo cinque anni di silenzio, con un disco nuovo di zecca ma destinato, probabilmente, a passare in sordina.

“Angles” non è certo all’altezza dei precedenti album, pur manifestando ancora una volta il talento dei cinque ragazzi newyorkesi. Le sue dieci canzoni non hanno avuto vita facile, sia per la loro realizzazione in studio con i membri separati sia per i side-projects degli stessi ma, soprattutto, Casablancas e soci hanno già pronto un ulteriore album da far uscire entro la fine dell’anno. Che sia o meno un disco di transizione, “Angles” è un quarto capitolo buono, ma non eccezionale. Ad esclusione di “Under Cover Of Darkness”, “Two Kinds Of Happiness”, “Games” e “Metabolism”, i restanti brani del disco non sembrano abbastanza incisivi da soddisfare la lunga attesa dei fans. E’ un disco all’insegna della sperimentazione, con un sound che prende a prestito atmosfere tipiche degli anni ottanta facendo scivolare, tuttavia, molti brani nel “già sentito”. Se cinque anni sono serviti a realizzare un album del genere, è naturale domandarsi se gli Strokes siano ancora la band che tutti conosciamo o se abbiano smarrito ispirazione o vena artistica.

Per essere uno dei dischi più attesi del 2011, “Angles” offre davvero poco, se non qualche canzone radiofonica. Siamo molto distanti da “Room On Fire” (2003) e “Is This It?” (2001), gli unici due lavori che rispecchino la vera essenza della band. Non resta che aver fiducia nel prossimo album!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=OwxcQvB_vcQ[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close