Scream 4, di Wes Craven

Scream 4, di Wes Craven

Scheda

Titolo Originale: id.
Nazione: USA 2011
Regia: Wes Craven
Soggetto e Sceneggiatura: Kevin Williamson
Genere: Horror
Produzione: Dimension Films, Midnight Entertainment, Outerbanks Entertainment
Distribuzione: Moviemax Italia
Durata: 111 min.
Interpreti: David Arquette, Neve Campbell, Courteney Cox, Adam Brody, Emma Roberts, Hayden Panettiere, Kristen Bell, Rory Culkin, Nico Tortorella, Alison Brie, Marielle Jaffe, Marley Shelton, Mary McDonnell
Nelle sale dal: 15 Aprile 2011
Voto: 6.5

Dopo dieci anni Sidney Prescott torna nella piccola città di Woodsboro per una delle tappe del tour promozionale del suo manuale scritto partendo dalle proprie esperienze. La presentazione di Woodsboro è stata volutamente scelta dall’agente di Sidney a dieci anni esatti dalla prima serie di omicidi di ghostface. Nella piccola città la neo scrittrice rincontrerà sia lo sceriffo Riley che sua moglie Gale oltre a sua cugina Jill e ai suoi compagni di liceo. Il ritorno a casa della ragazza coincide però con il macabro ritorno sulle scene dell’assassino mascherato da urlo di Munch.

Wes Craven si rimpossessa della sua serie più longeva e riuscita, a parte lo storico Nightmare, e nuovamente si trova a riscriverne la trama per catturare la passione di un pubblico che all’epoca del primo Scream, datato 1996, non era forse nemmeno nato. Il regista originario di Cleveland si auto cita, gioca con le nuove tecnologie; Facebook, i social network e internet, i cellulari e la passione per il cinema horror splatter che si percepisce in ogni angolo della narrazione, anche tramite le citazioni che i protagonisti del film rimandano in video. All’epoca di Scream la passione dei protagonisti era per gli horror made in USA di tipo classico storico, da non aprite quella porta a Venerdì 13, ora i personaggi citano i sette film tratti dagli omicidi di Ghostface, la serie di Stab (trad.:Squartati), inventata nella finzione cinematografica. Craven riesce quindi nel non facile compito di rinverdire una serie che poteva anche essere lasciata nel cassetto della memoria cinematografica e ci riesce con verve e fantasia, ponendo alla ribalta una nuova generazione, anche di attori semi sconosciuti o quasi e proveniente dal mondo della TV, che va a prendere possesso della scena e si sostituisce a quella della prima serie. La cugina di Sidney frequenta lo stesso liceo nel quale si consumarono i precedenti omicidi e con lei tutte le sue compagne. Nel complesso un modo arzigogolato ma efficace per vedere come un maestro del cinema horror sia ancora capace di reinventarsi in maniera acuta e intelligente facendo spiegare dagli stessi personaggi più giovani come sia stato capace di variare, per l’occasione, gli stereotipi del cinema di genere.

Da vedere se siete adepti della saga e di Wes Craven in particolare, da astenersi tutti gli altri.

a cura di Ciro Andreotti

Immagine anteprima YouTube

Vota:

Altre Recensioni Cinematografiche

No related posts.

News